IT | EN

Articoli in ‘MILANODESIGNWEEK2024’
27/05/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Nel mondo del design, le sfide di oggi richiedono una visione proattiva per plasmare un futuro caratterizzato da innovazione, sostenibilità e inclusività. Questo è il cuore dell'intervista condotta da Mrinmayee Bhoot per il magazine STIRworld a Gisella Borioli, CEO di Superstudio Group e curatrice del Superdesign Show. Grazie al suo percorso professionale, che include esperienze come direttore di importanti riviste di moda, art director per eventi di design e osservatrice dei mutamenti nella società dell'immagine, la Borioli fornisce una prospettiva unica sull’edizione 2024 del Superdesign Show.

15/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

L’installazione The Fireplace di next125 in collaborazione con l’architetto Francis Kéré, è un esempio di palcoscenico creativo al di fuori dei soliti schemi.

14/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Una collezione di oggetti tra arte e design che liberano la fantasia di artisti e architetti. In vendita sotto il nome di Qeeboo anche online.

12/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Immaginate di poter esplorare mondi diversi, ognuno dedicato a un pilastro della creatività: Arte, Moda e Design. E tutto questo, semplicemente toccando uno schermo.

10/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

L’artista e scultore Lanfranco porta a Milano le sue piccole sculture, archetipi della realtà peruviana e latinoamericana trasferiti nella Pop Art contemporanea.

10/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

ZED è bell*, intelligente, accattivante, stylish ma soprattutto di Superdesign Show sa tutto. ZED è un amic*, un consulente, una figura che sarebbe bello avere accanto nella settimana del design e in futuro.

09/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

L’essenza del seguitissimo festival Designblok di Praga e il meglio del vetro ceco contemporaneo atterrano a Milano in una capsula metallica montata su un veicolo spaziale a sei ruote portando in scena “La Bellezza Intergalattica del Design Ceco”.

09/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Nella eclettica casa contemporanea a volte sono le piccole cose che fanno la differenza. Un girotondo di cinque proposte originali suggerisce come dare carattere a un ambiente.

09/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

La mostra provocatoria del graphic artist Daniele Cima stupisce per la forza degli artworks, grandi totem bifacciali che sono manifesti per l’innovazione

08/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

In un mondo che cambia ed evolve a ritmi sempre più serrati, le pietre naturali costituiscono un pilastro di stabilità, accompagnando l’uomo verso un abitare contemporaneo più sostenibile e a minore impatto ambientale

08/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Con il think thank Atelier Mirage declina la ceramica nostrana in chiave futuristica grazie alla collaborazione di architetti e designer internazionali

08/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Da sempre scouting location per giovani promesse del design, anche quest’anno Superdesign Show diventa vetrina per i prototipi e le sperimentazioni di scuole di design e giovani di talento. Come nel caso dei prototipi dei ragazzi della Scuola di Ingegneria dell’Università svedese di Jönköping.

08/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Immaginiamo che il nostro pianeta ci parli, immaginiamo che cosa ci direbbe, cosa ci chiederebbe. Un’installazione sorprendente ci porta ad ascoltare l’appello della Terra, la sua richiesta di aiuto.

06/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) presenta la seconda edizione della mostra FUORISERIE: dialogo tra pezzi di design artigianale e altri fruibili solo attraverso una tecnologia di realtà aumentata in un’esperienza immersiva unica e innovativa.

06/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Istituto Marangoni Milano • The School of Design. Gen Z: No Code

Nel progetto finale del Product & Furniture Design Master’s Course dell’Istituto Marangoni, eccellenza per la formazione in Design e Moda a Milano, Parigi, Londra, Dubai, Miami, Mumbai, Shanghai, Shenzhen sono state presentate proposte per il lancio di un nuovo marchio spin-off del Gruppo Cappellini rivolto specificamente ai consumatori della Generazione Z (1997-2012) e alle loro esigenze, concentrandosi in particolare sull’attenuazione dell’ansia digitale. Perchè è dimostrato che il design funzionale, che integra tecnologie (ad es. AI, design virtuale, ecc.) nell’oggetto fisico, può incentivare una coesistenza armoniosa tra uomo e macchina, promuovendo l’empatia estetica. NO CODE propone, dunque, 13 prodotti di altrettanti studenti. 
www.istitutomarangoni.com

06/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Alla fine del percorso di Superdesign Show al FLA FlavioLucchiniArt Museum, tra le opere dell’artista che gli dà il nome, un corner delicato accoglie la collezione inclusiva Nook di Mara Bragagnolo.

06/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Dall’incontro tra eleganza e sostenibilità dei rivestimenti e linee di arredo in pietra lavica di LAPILLI e la leggera creatività del collettivo di FoodDesignStories nasce WE ARE ON THE MOON! Una passeggiata espositiva piena di sorprese.

05/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Geberit, gruppo svizzero leader europeo nel settore del bagno con due stabilimenti italiani, festeggia il 150° anniversario dalla fondazione con l’installazione multimediale WATERSCAPE: un vero e proprio viaggio esperienziale per il visitatore che si trova risucchiato in un gorgo tra realismo e immaterialità.

05/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Più che elementi di arredo, i pezzi della collezione di NOBI sono vere e proprie scenografie, pensate come opere d’arte del design contemporaneo in cui il decoro torna protagonista di bellezza dopo l’oblio degli anni del minimalismo.

05/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Le prestazioni tecniche della fibra di carbonio, un modo diverso di pensare al design, forza e leggerezza. Karbony di Carlo Cappellotto lo dimostra con uno spettacolare progetto aereo all’ingresso, da non perdere.

05/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

George P. Johnson Japan/Yutaka. Il tecno-pensatore

Quando non serve più interrogarsi sulle cose e sul loro funzionamento, quando tutte le risposte sono disponibili online senza sforzo, e quando la tecnologia lo fa per noi forse dobbiamo fermarci e… pensare. Creare apparecchi che obbligano l’utilizzatore a dare un senso all’oggetto, a decidere la sua funzione e la sua destinazione, sembra un passo indietro rispetto all’affannosa ricerca di soluzioni preconfezionate alle necessità quotidiane. Invece è proprio questo il progetto che grazie a Onefabrica System (tecnologia innovativa per costruire forme a partire da tubi di alluminio e tessuti con cui è possibile creare arredi e allestimenti flessibili, leggeri, riutilizzabili e sostenibili), George P. Johnson Japan con Yutaka presenta negli spazi di Superstudio. Al visitatore sembra dire “sii pensatore”, decidi tu cosa fare con questo prodotto, scegli come e cosa deve essere.
www.gpj.co.jp - www.yutaka-inc.jp

04/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

L’esperienza immersiva nel design ridefinisce il concetto di spazio il cui allestimento funge da porta di accesso ad uno showroom virtuale perfetto e realistico in cui ogni dettaglio è reso con precisione.

04/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Dialoghi Domestici Digitali, riflessione sul ruolo della tecnologia nell’evoluzione digitale dello scenario domestico. Una collezione di oggetti che interagiscono con l’ambiente come se fossero dotati di sensibilità e spirito di adattamento

04/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Trasformare concetti digitali astratti in oggetti tangibili, con senso ed essenza, è possibile. Ieri era solo un’idea folle, oggi una realtà affermata e di successo, un’intera collezione di oggetti d’arredo e di illuminazione

04/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Un continuum spazio-temporale infinito in cui i visitatori sono invitati ad entrare e a lasciarsi stupire dalla fusione di arte, design e funzionalità. La sfida è uscire dalla categorizzazione degli oggetti e ridefinirne la percezione. Una installazione a cura dei designer Kevin Chu e Andrea Cingoli.

03/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

TALK: Tra Milano e New York il design del futuro

Nel 2024 Superdesign Show e ICFF + Wanted gettano le basi di una cross promotion che mira a creare un ponte tra i due eventi: fra Milano e New York. L’obiettivo? Il potenziamento reciproco dei due progetti che perseguono lo stesso scopo: la valorizzazione e la promozione delle migliori proposte del design contemporaneo e della cultura del progetto. Come? Un percorso in due tappe quest’anno: la prima al Superdesign Show di Milano, attraverso un talk dal titolo The role of education for the future of design; e la seconda in Maggio, in occasione della kermesse internazionale del design di New York. La parola è alle Università - naturalmente - con l’obiettivo di indagare il ruolo dell’istruzione universitaria nella formazione della nuova generazione di designer nel mondo. Si comincia da Milano, dunque, con un panel internazionale arricchito degli interventi di Sergio Nava, director of education presso Istituto Marangoni Milano • The School of Design, Caterina Rivadossi Professor of “Managing Furniture Design Companies” @ SDA Bocconi School of Management - Mafed (Master in Fashion, Experience and Design), Niklas Jacob, Professor of Industrial Design, Savannah College of Art and!Design, USA, e Victor!Strandgren, Programme Manager Product Development with Furniture Design, Jönköping University, Sweden. Nel frattempo la riflessione sullo sviluppo della partnership per il 2025 è già avviata!

03/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Teaste It. L’ ora del tè

Si svolge in stanze dall’arredamento essenziale e luce soffusa, spesso in silenzio, la cerimonia del tè. Un rito affascinante e antico, tra il sacro e il profano che approda a Superstudio con un protagonista d’eccellenza, il tè di Shizuoka. Nella prefettura di Shizuoka nel Giappone centrale sede del maestoso Monte Fuji e della Baia di Suruga, ad un paio d’ore a ovest di Tokyo, la coltivazione del tè verde rappresenta il 40% della produzione complessiva di tutto il paese. Proprio da Shizuoka proviene Kenzo Terada, sommelier del tè giapponese la cui missione è promuovere il pregiato prodotto della sua città natale nel mondo. Dopo aver aperto Teaste it a Milano, offrendo ai suoi clienti tè di alta qualità, matcha di Shizuoka, servizi da tè tradizionali e degustazioni, Terada porta i suoi prodotti e la sua sapienza in una vera e propria Cha Shitsu (casa del tè in giapponese) al Superstudio Più. www.teaste.it

03/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Come le mille luci e ombre della città vietnamita di Saigon, così la tradizionale artigianalità del paese affianca più moderne tecniche di produzione del design contemporaneo e diventa protagonista di una mostra dalle mille anime.

02/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

L’anima non cresce per addizione, ma per sottrazione. Così il brand cinese affronta questa edizione della Milano Design Week e in generale la ricerca di serenità per l’uomo anche attraverso gli arredi.

02/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Sicuramente uno degli eventi più visitati durante le due passate edizioni, FORUM8 torna per il terzo anno consecutivo con un progetto che promette un nuovo successo di pubblico.

02/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Esiste davvero un solo nero? Attingendo dai metodi tradizionali di tessitura giapponese e sfruttando le più moderne tecniche di ricerca, l’azienda giapponese Kawashima Selkon Textiles dà vita a un nero che ne contiene 100 sfumature.

02/04/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Risolvere le sfide sociali e ambientali significa pensare diversamente, pensare al futuro e dovrebbe essere una priorità per le aziende a livello globale. Lo è per l’azienda giapponese DG TAKANO che grazie ai prodotti del suo brand meliordesign affronta il problema dello spreco di acqua per usi domestici.

31/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Studenti delle scuole elementari, universitari e grandi nomi dell’architettura, ciascuna delle tre categorie espone modelli architettonici e visioni di ambienti domestici. Cosa abbiamo ereditato dal futuro quando è diventato passato? E cosa del presente porteremonel futuro?

30/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

È il momento della riflessione sui segnali del tempo, su come eravamo e cosa saremo, come vivevamo e dove andremo. Ci penso tutto l’anno, cercando di attivare le antenne e cogliere le vibrazioni. L’idea. 
   Ci vuole “l’idea”per mettere in moto tutto il meccanismo creativo che precede la nascita di Superdesign Show al Superstudio, dove nulla accade per caso. E ogni anno deve essere diversa per esplorare sempre nuovi orizzonti. La scelta di immaginare un Temporary Museum fu ottima tanti anni fa per cominciare a cambiare rotta dalle presentazioni omologate e poi le indicazioni si allargarono: Only The Best, Roots, Time to Color, Looking Ahead, Inspiration Innovation Imagination, sono alcuni dei temi - sempre apprezzati - che di anno in anno ci hanno condotto fino all’attuale Thinking Different! Non è stato un esercizio astratto quello che mi ha portato ad individuare ogni volta un fil rouge. Il suo stesso nome, Superdesign Show, suggerisce di guardare verso un design che ha superato schemi, consuetudini, conformismi, gerarchie, categorie, tecnologie arrivando addirittura a smaterializzasi in molti casi. 
   I “temi dell’anno” ogni volta indicavano una tendenza, appena diventata evidente o ancora sotterranea. O suggerivano una strada per mettere in scena progetti e oggetti. O invitavano a connessioni e collaborazioni che ne evidenziassero il significato. Oggi, al bivio tra l’era analogica e il futuro virtuale, dove saranno algoritmi e blockchain a dirigere il traffico e a preparare un metamondo su misura di digitarians, Superstudio si adegua e nella grande vetrina di Superdesign Show invita i partecipanti a Pensare Diverso. Accettando la sfida che ci sta portando in un domani promettente o forse pericoloso, ma con cui dovremo comunque interagire. 
   Thinking Different! è l’imperativo proposto e apprezzato da espositori, progettisti, designer, artisti, tecnici che l’hanno tradotto in progetti e visioni. Inoltratevi nel labirinto verde che stupisce per il suo inatteso colore. 
   Troverete avatar che vi rispondono, arte, moda e design che vivono nel metaverso, meravigliosi marmi fatti di pixel, arredi che prendono colore attraverso il visore, ologrammi irreali che si confrontano con oggetti reali, robot che fabbricano sedie sotto i vostri occhi, materie reinventate e inimmaginabili, artigianato valorizzato dalla realtà aumentata, progetti utopistici anticipatori. Troverete anche la bellezza “fisica” che interpreta con l’intelligenza umana la tradizione e la proietta nel futuro. 
All’Intelligenza Artificiale il compito di aiutarci nel transito verso un mondo  nuovo con memoria e segreti custoditi nel cloud e nelle blockchain.

30/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

I SuperDigital Virtual Point di Superstudio

Un ologramma che si muove accanto a una scultura reale nell’art.box, la vetrina su via Tortona di Superstudio. Uno show-room di superfici arredato con pezzi bianchi, minimali, che si colorano virtualmente del tono preferito con la VR in Daylight. Un avatar dalle sembianze umane che risponde a tutte le tue domande in Central Point. Uno screen-touch sul percorso che porta a scoprire la moda di oggi, arredi di SLIDE, sculture di Lucchini. Un videowall in movimento che fin dall’ingresso anticipa le novità esposte nelle sale. I SuperDigital Virtual Point sono un progetto diffuso curato da Superstudio.

30/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Con la mostra Time, Lexus torna alla Milano Design Week con due installazioni interattive che esplorano l’infinito potenziale di adattamento del design unito alla tecnologia al servizio delle esigenze di ciascun individuo.

30/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Con la seconda opera che compone la mostra Time, Lexus continua la sperimentazione all’insegna della sostenibilità creando un’esperienza memorabile per lo spettatore.

10/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Passato, presente e futuro si incontrano nell’esperienza unica che vede protagonista l’ologramma mozzafiato, direttamente ispirato dall’opera di Flavio Lucchini, del progetto SuperDigital di Superstudio.

10/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

La mostra IN-FORMA indaga la filosofia dei materiali che compongono gli oggetti e le opere d’arte partendo dal principio che non è solo una questione di fisica.

09/03/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Nella settimana di presentazione della Milano del fuorisalone, in un FLA  FlavioLucchiniArt Museum particolarmente gremito di giornalisti e addetti al settore, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di quella che è ormai una delle manifestazioni più attese nella Settimana del Design Milanese nel Distretto Tortona: il Superdesign Show, format pensato e voluto da Gisella Borioli con l’art direction di Giulio Cappellini, prodotto da  Superstudio Events con il coordinamento di Laura Vella.

05/02/2024
 | MILANODESIGNWEEK2024

Il concept della nuova edizione del Superdesign Show “THINKING DIFFERENT - everything, everywhere, everyone” è un invito a osare, a pensare fuori dagli schemi. Se sei pronto ad accettare la sfida, affrettati e richiedi subito uno dei pochi spazi ancora disponibili. Alcune occasioni sono troppo preziose per lasciarsele sfuggire, e questa è senza dubbio una di quelle.

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TALKS
TENDENZE
VIDEO
MILANO FASHION WEEK
CINEMA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA