IT | EN
02/07/2020
 | DESIGN

È il più famoso designer olandese capofila di quel neoromanticismo del XXI secolo, che apre a tutte le esperienze e le suggestioni. È arrivato al Superstudio tra i primi vent’anni fa, in un piccolo spazio defilato dove si è subito fatto notare. Presto le sue spettacolari installazioni fatte per Moooi, di cui è co-fondatore, e per le più importanti aziende italiane e internazionali, sono diventate un appuntamento imperdibile della Design Week di Milano.

In questi ultimi 20 anni cosa pensi sia cambiato nel design?
Penso che il design non sia cambiato. Negli ultimi anni è stato molto influenzato dall’ecologia e la comunicazione è diventata molto differente, dai media alle modalità di raccontare storie. Il design è diventato più personale e tecnologico, ma la sua natura è sempre la stessa.

30/06/2020
 | MODA

Con una visione pragmatica e controcorrente e senza lasciarsi troppo sedurre dalle futuribili ipotesi di negozi virtuali affidati al digitale e alla distanza, Beppe Angiolini, ambasciatore di bellezza attraverso il suo negozio-faro Sugar di Arezzo, fa il punto sul sistema moda oggi e domani. Senza dimenticare il passato. Un punto di vista autorevole, nel suo ruolo di Direttore della Comunicazione della Camera Buyer Moda.

A giudicare dalle opinioni correnti, sui media, nei webinar, il “negozio di moda”, come lo conosciamo oggi, domani non funzionerà più. Quale è il tuo pensiero?
Il negozio di moda se non funzionerà non sarà certo per la introduzione di sistemi multimediali e devices all'interno dello stesso. Se non funzionerà sarà perché la crisi economica non lo permetterà e perché chi lavora per il negozio sia come assistente vendita e/o buying office non sarà in grado di interpretare il cambiamento emotivo che questo momento ha apportato alle scelte anche e soprattutto del consumatore finale...

29/06/2020
 | EVENTI

E’ nato proprio qui, al Superstudio Più di via Tortona, dieci anni fa e si è subito imposto come la più importante fiera dedicata alla fotografia e all’immagine in movimento. Il coronavirus ha cancellato la celebrazione del decimo anniversario, ma il MIA tornerà  a marzo più importante e bello di prima nei nuovi stupefacenti spazi del Superstudio Maxi, in via Moncucco.

“Si tratta di una sorta di ritorno a casa” - afferma Fabio Castelli, patron della fiera insieme alla figlia Lorenza - "Le prime edizioni di MIA Photo Fair si erano infatti tenute a Superstudio Più in zona Tortona. Da allora, i nostri rapporti con il Gruppo Superstudio sono rimasti ottimi al punto che abbiamo iniziato a confrontarci con la famiglia Borioli già qualche mese fa, prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione di Superstudio Maxi  valutando insieme quali fossero le possibili sinergie tra MIA Photo Fair e Superstudio Events, che gestisce tutti gli eventi. Inoltre, spingendoci verso scenari più ampi, sentiamo che questa nuova location abbia delle grandi potenzialità e riteniamo, con buona speranza, che il quartiere milanese di Famagosta possa in breve tempo diventare uno dei poli della fotografia a Milano, come il design lo è stato per la zona Tortona”...

26/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW
25/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW

Un amore forte per il legno e gli elementi naturali, il rispetto per l’ambiente, per la tradizione coniugata alla più spinta contemporaneità caratterizza il lavoro di Michele De Lucchi e del suo “circle” interdisciplinare di progettisti, innovatori, umanisti e futurologi con cui progetta palazzi, musei, interni, design, piccole sculture, sviluppo urbano o progetti di grande complessità. Era nel gruppo di Sottsass agli esordi di Memphis. È oggi forse il più importante e ricercato protagonista della Milano che cambia.

2000/2020 In vent’anni cosa è cambiato, cosa cambierà?
Dall’inizio del nuovo millennio l’ondata digitale ha cambiato il modo di approcciare le più svariate realtà quotidiane e lavorative, creando enormi potenzialità che sono in continuo sviluppo. Ci sono piattaforme che promuovono il "download design", sistemi di prototipazione rapida, stampanti 3D e macchine a controllo numerico dalle sofisticate tecnologie. Inoltre, diventa sempre più facile fotografare, filmare e scrivere e si stanno sviluppando nuovi modi di narrazione che mescolano tutti questi registri espressivi coniugati su supporti digitali. Data la rapidità di progressione è oggi possibile parlare di nuove libertà progettuali, ma sono anche necessarie le capacità di scoprire nuovi usi del potenziale tecnologico a disposizione.

24/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW

Quando il Temporary Museum di Superstudio ospita per la prima volta la collettiva della Tailandia è quasi una scommessa. Un paese inusuale sul mercato del design, ma ricco di promesse e con un punto di vista molto particolare, un mix sapiente di artigianato, manufatti, tradizione e voglia di rinnovamento.

Nel 2011 si tratta di una piccola presenza nell’Ex Ansaldo di via Tortona, dentro al progetto complementare “Innovation/Imagination” sempre curato da Superstudio in collaborazione con SlideArt: una collettiva con il meglio del design tailandese e i vincitori del prestigioso DEmark (Design Excellence Award) che premia design, innovazione e funzionalità, il tutto a  cura del ricercatore e designer tailandese Eggarat Wongcharit.
L’anno successivo la collettiva si trasferisce al Superstudio Più per 3 anni consecutivi, occupando uno spazio importante e diventando un vero e proprio padiglione nazionale grazie anche a importanti investimenti a sostegno delle aziende da parte del governo...

23/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW

Ogni anno le installazioni di Lexus durante il Fuorisalone raccontano emozionanti storie visuali con il contributo dei grandi nomi dell’architettura e del design.  L’auto c’è o non c’è, e si racconta attraverso simboli e rappresentazioni del movimento e della fluidità vicine alle arti della contemporaneità. L’ultima performance, uno show di danza, luci e tecnologia, curata dallo studio Rhizomatiks, al Superstudio nell’ultima Design Week, ha regalato una esperienza unica e indimenticabile.

Il mondo dell'automotive ha subito una sensazionale trasformazione negli ultimi trent'anni, rendendo visibile l'elemento creativo che era celato dietro la parte progettuale: processi industriali, cambiamenti sociali, nuovi sistemi di propulsione, una visione dell'autoveicolo non più come status symbol, ancora testimone del lifestyle ma prima di tutto "oggetto consapevole". Il design non più semplice elemento estetico ma pilastro della ricerca...

22/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW

Il desiderio di vita all’aperto è diventato così percepibile che le aziende oggi si muovono tra design scienza e ricerca per soddisfarlo al meglio. Interessante iniziativa di Pratic che ogni anno, in collaborazione con diverse Università, indaga tra i desideri della gente e le tendenze del mercato. 

Il cervello umano predilige da sempre le strutture outdoor o meglio, nulla come le strutture esterne, di protezione, sono in grado di mettere in equilibrio l’emisfero destro e l’emisfero sinistro del cervello umano. Questo è uno degli interessanti risultati che emergono dalla nuova ricerca neuroscientifica “Design for Well-being nata dalla collaborazione pluriennale tra Pratic e lo staff del dottor Stefano Calabrese dell’Università IULM e dell’Università di Modena e Reggio Emilia.
“Questa è la terza delle ricerche che realizziamo negli ultimi anni con i medesimi partner”, racconta Edi Orioli, vicepresidente di Pratic, “Dopo quelle sul colore e sulla luce naturale”. “Il colore ci interessava”, continua, “Perché un paio di anni fa avevamo inaugurato il nostro nuovo sistema di verniciatura Qualicoat Seaside che tutela dal rischio corrosione salsedine, con la posa di vernici dalle alte prestazioni anti-aging fornite dai migliori fornitori internazionali sul mercato. Per la luce è intuibile; il nostro core business è proteggere i clienti dalla luce diretta, dal caldo e dai raggi più fastidiosi del sole”.     

20/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW

Dal SUPERSTUDIO sono passati tutti i più grandi protagonisti del design contemporaneo internazionale, grazie ad un innovativo modo di mettere in scena i progetti con installazioni emozionali, architetture temporanee, contaminazioni tra arte e design e allargando i confini a tutto ciò che è lifestyle. Gisella Borioli, founder e direttore creativo, e Giulio Cappellini, art-director, vi raccontano come è nata e si è sviluppata l’idea di una manifestazione complementare al Salone del Mobile al nuovo Superstudio Più nel 2000 e come è diventata il motore di un nuovo modo di presentare il design. Tutta la città ne ha seguito l’esempio, con la nascita di molti District temporanei del design riuniti sotto il cappello della Milan Design Week, la più importante del mondo.

Guarda il video sul canale Youtube Superstudio Tweb.

19/06/2020
 | SUPERDESIGNVIEW

Superstudio è felice di sostenere il progetto “Designers for Bergamo” e ti invita alla diretta streaming oggi dalle ore 18.00 sui canali Facebook e Instagram di DimoreDesign per scoprire questo emozionante progetto che vede la partecipazione di grandi nomi del design tra cui Alessandro Mendini, Paola Navone, Fabio Novembre, Aldo Cibic, Franco Raggi, Italo  Rota, Alessandro Guerriero, FormaFantasma, Luigi Baroli e Giulio Iacchetti.

Intervengono Paola Antonelli (senior curator MoMa di New York), Giacinto Di Pietrantonio (curatore del progetto DimoreDesign e docente dell’Accademia di Brera), Giovanna Ricuperati (Associazione Marketing +39; MULTI), Gisella Borioli (SUPERSTUDIO), Massimo Farinatti (ADI Lombardia), Carlo Branzaglia (IED Milano).

DESIGN
ARTE
MODA
EVENTI
PEOPLE
INNOVAZIONE
TENDENZE
LOCATION
DUBAI
EDITORIALI
SUPERDESIGNVIEW
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA
EVENTI
MIA PHOTO FAIR 2021 AL SUPERSTUDIO MAXI
SUPERDESIGNVIEW
MICHELE DE LUCCHI: "IL COSTRUTTORE DI OGGETTI"
SUPERDESIGNVIEW
LEXUS: AUTOMOTIVE ED EMOZIONI
SUPERDESIGNVIEW
NUOVO VIDEO: 20 ANNI DI DESIGN AL SUPERSTUDIO
SUPERDESIGNVIEW
PIERO LISSONI: GOLDEN AGE AL SUPERSTUDIO