IT | EN
21/01/2022 | ARTE, LOCATION

SUPERSTUDIO E' ARTE

Di: Dario Negri

La storia di un percorso artistico che si manifesta con la recente inaugurazione dell'Atelier Lucchini all'interno di un luogo sempre sorprendente e pensato per accogliere visitatori, professionisti e appassionati.

La storia di Superstudio è intrinsecamente legata all'arte contemporanea, tanto quanto è legata alla moda e al design, tre discipline che attingono mutualmente l'una dall'altra e in questo circolo virtuoso e infinito si alimentano e interagiscono.
Questo legame tra Superstudio e l'arte non è solo relativo ai contenuti effimeri e temporanei che con cadenza stagionale vengono proposti dagli eventi e dalle manifestazioni di settore, ma si è sedimentato nel tempo grazie alla visione e all'opera di Flavio Lucchini e Gisella Borioli, che hanno creato un vero e proprio percorso artistico permanente fatto di spazi e contenuti in continua evoluzione, un percorso che attinge dal presente e dal passato più prossimo, un testimone di ciò che è stato ma che è proiettato sempre verso il futuro, come vuole la filosofia alla base di Superstudio.
L'arte è di tale importanza nel mondo dell'immagine contemporanea e della Superstudio-filosofia che le viene riservato un avamposto addirittura ancora prima di varcare il portale di ingresso di via Tortona 27: è Art-Box  - http://www.art-box.it  - un mini-contenitore, una "antenna", due vetrine su strada - le uniche su questo tratto di via Tortona - dove artisti e curatori selezionati vengono messi in contatto con i passanti per piccole mostre temporanee oppure come preview che ha la funzione di incuriosire chi guarda per rivelare qualcosa di più grande che può accadere all'interno.
Varcando l'ingresso e lasciandosi alle spalle Art-Box, subito all'interno della location, si incontra My Own Gallery - http://www.myowngallery.it/ - uno spazio permanentemente dedicato all'arte e agli eventi d'arte, un luogo fisico, libero e flessibile, con una programmazione dettata dalla ricerca, dagli incontri e dalle occasioni per permettere una interazione tra le opere, gli artisti e gli ospiti di questa galleria non convenzionale.
Proseguendo nel percorso, scandito dai grandi fiori rossi disegnati da Flavio Lucchini per Slide, si incontra l'Art Garden, il giardino privato di Superstudio Più: un luogo che, come nella filosofia del gruppo, coniuga la temporaneità e l'accoglienza con l'impronta e la personalità dell'opera di Lucchini - https://www.flaviolucchiniart.com - architetto, oggi artista e fondatore di Superstudio, in passato importante art director e padre dell'editoria di moda italiana.
Proprio le sculture che presidiano l'Art Garden sono i muti testimoni di un'epoca d'oro della moda italiana, risposte materiche e tangibili alla domanda che l'artista si è inizialmente posto: la moda è arte oppure è solo un vestito? I totem di Cor-ten, definitivi, simboleggiano una risposta altrettanto inequivocabile.
Dall'Art Garden alla palazzina Art Point ci sono solo pochi metri: il verde ordinato del giardino e delle piante ad alto fusto è bilanciato da un parallelepipedo di acciaio e vetro, una facciata che riflette il cielo e lo porta più vicino. Quanto vicino? Tre piani, per l'esattezza!
Al terzo piano della palazzina Art Point si apre infatti il Roof, un giardino-scultura di 700 metri opera di Michelangelo Pistoletto, figlio di un fugace incontro tra l'artista, una design week e l'architettura sempre in-motion di Superstudio, una sorpresa tra i tetti della zona, uno spazio abitato dalle bambole-sculture di Flavio Lucchini, le sbarazzine Dolls.
Il Roof è uno spazio-installazione, ovvero è una installazione ma allo stesso tempo uno spazio verde da vivere, spesso teatro di eventi e shooting, uno spazio veramente contemplativo e unico nel panorama di Milano, creato per le persone.
Tornando al piano terreno, non resta che seguire i fiori rossi per arrivare infine allo spazio più recente che racchiude però il cuore pulsante di Superstudio: l'Atelier Lucchini.
Un atelier-museo privato, inaugurato nel settembre 2021, che ospita l'impressionante produzione di Flavio Lucchini: oltre duecento opere catalogate che attraversano vari decenni, raccontando dei passaggi storici della moda, della bellezza femminile e del lifestyle visti secondo gli occhi dell'Artista.
Anche l'Atelier Lucchini è uno spazio in continua trasformazione, non un mausoleo ma una entità viva e pulsante che è possibile visitare in occasione degli eventi più importanti o su prenotazione: è anche, infine, lo spazio dove si possono visionare e acquistare le pubblicazioni scritte a quattro mani da Gisella Borioli e Flavio Lucchini: The Vogue Lesson - From Fashion to Art, Il Destino (dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda - e non sono uno stilista); Cahier 1989/1993 Limited Edition e l'ultimo libro-testimone Design Super Show - evoluzione e mise en scène del design al Superstudio di Milano.

Arte al Superstudio Più. Roof. Terzo Paradiso, Michelangelo Pistoletto
Arte al Superstudio Più. Dada Caffè. Gold. La sfilata, Flavio Lucchini
Arte al Superstudio Più. Art-garden. Composit, Flavio Lucchini
Arte al Superstudio Più. Ingresso Atelier, Toy, Flavio Lucchini

PROSSIMO ARTICOLO

BIENVENUE DANS NOTRE MUSEUM BÉRÉNICE!

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TENDENZE
VIDEO
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA