IT | EN
28/02/2022 | MILANOFASHIONWEEK

UN ALTRO PIANETA PER AMBUSH

Di: Federica Clari

Gli enormi spazi di Superstudio Maxi in via Moncucco 35 hanno fatto da cornice perfetta alla suggestiva performance di Ambush. Il primo show milanese della designer coreana Yoon Ahn è stato un futuristico viaggio su un pianeta sconosciuto. 

Varcare la soglia di Superstudio Maxi per i selezionatissimi ospiti (con una guest list rigorosa che non ha ammesso deroghe, chi non era segnato è rimasto fuori) della sfilata Ambush è stato come essere proiettati in un mondo parallelo, quasi onirico, virtuale. Lo sguardo ipnoticamente viene catturato dal centro della sala dove, adagiata su un enorme quadrato di bianca polvere di stelle, o sabbia lunare forse, un’enorme sfera si tinge di rosso per poi essere invasa da luce bianchissima. Impossibile distogliere gli occhi mentre si viene avvolti dalla musica del pre-sfilata. Di colpo, i colori e i suoni cambiano: l'atmosfera è quella di un film western di fantascienza. Il dj set di Matteo Ceccarini accompagna le modelle e i modelli che attraversano il quadrato creando diagonali perfette, come ad un immaginario incrocio, indossando capi più sexy di quelli a cui il brand ci ha abituati: sfilano amazzoni moderne in pants muccati e stivali fetish invasi di fibbie, capispalla cambiano colore quando vengono illuminati dai raggi di luce del pianeta centrale. Il confine tra mondo virtuale e reale, tra spaziale e terreno diventa labile e….fluido!

Ammbush, Fall 2022, Ready-to-wear Collection, credits to Salvatore Dragone
Ambush, Fall 2022, Ready-to-wear Collection, credits to Salvatore Dragone

PROSSIMO ARTICOLO

IL MAXIMALISMO DI DIESEL

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TENDENZE
VIDEO
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA