IT | EN
20/02/2024 | ARCHITETTURA

I TEMPLI DELLE 3 RELIGIONI AD ABU DHABI

Di: Mariella Dolci

Non solo grattacieli nell'avveniristica cornice della capitale degli Emirati. Tra le dune della incontaminata Saadiyat Island il Cultural District ospita i musei dei grandi maestri dell'architettura occidentale e, da poco, anche l'Abrahamic Family House, più di una stupefacente struttura architettonica: un'opera d'arte che simboleggia l'armonia tra le diverse culture e religioni che coesistono nella nostra società globale. Questo straordinario esempio di design non solo incarna esteticamente l'unità, ma funge anche da ponte tangibile tra l'Islam, il Cristianesimo e l'Ebraismo. Una strada possibile.

Sempre più interessante e significativa nella sua specificità di isola dedita alla cultura e alla conoscenza, la Saadiyat Island si vanta da tempo del Louvre progettato da Jean Nouvel, del Guggenheim Museum di Frank Gehry, dello Zayed National Museum di Norman Foster. A completare l'eccezionale offerta culturale l'Abrahamic Family House di David Adjaye, che include tre luoghi di culto nella stessa struttura - una moschea, una chiesa e una sinagoga - ha aperto i battenti a visitatori e fedeli giusto un anno fa, il primo marzo 2023.
   L'architettura dell'Abrahamic Family House, ispirata al documento firmato dai capi delle tre religioni monoteistiche durante la visita del Pontefice nel 2019 e patrocinata dallo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, è intrisa di simbolismo. Al Nahyan con questo progetto vuole interpretare un pensiero del padre “il mondo non è che un gruppo di famiglie che vivono le une vicine alle altre”. Le tre strutture distintive, di uguale forma e dimensione, non solo rappresentano una fusione di stili architettonici unici, ma raccontano anche una storia di coesistenza pacifica. I dettagli intricati e le linee moderne si fondono armoniosamente come dialogassero tra loro.
   Le monolitiche facciate, formate da colonne e ogive, proteggono il cuore pulsante della fede, oltre a creare un’imponente barriera contro i cocenti raggi del sole. Mentre gli ambienti interni, realizzati con innovativi materiali isolanti, accolgono i fedeli permettendo un minor consumo energetico e impatto ambientale. Oltre alla sua bellezza intrinseca, l'Abrahamic Family House sfrutta le più recenti innovazioni tecnologiche per creare un'esperienza spirituale senza precedenti. Dalle strutture all'avanguardia alle installazioni interattive, il design si fonde in modo intelligente con la tecnologia per offrire un'esperienza immersiva e educativa.
   La Moschea minimalista, rivolta verso la Mecca e contornata da fiabesche vetrate arabescate, infonde un senso di pace e raccoglimento in dialogo con la Chiesa Cattolica adiacente. L’edificio cristiano, rivolto verso est con i suoi stupefacenti giochi di elementi lignei verticali, rimanda invece all’idea dell’ascensione mentre uno stilizzato Cristo crocefisso pendente funge da monito di amore eterno. Infine, la Sinagoga che guarda a Gerusalemme con la sua tenda-cupola abbraccia i fedeli al centro di una moderna tribuna. Tutti e tre gli edifici vengono circondati da una grande piazza, simbolo di convivenza, ospitalità e volontà di ascolto, comunemente legati da un unico elemento: l’acqua. Icona di purificazione e rinascita quest’ultimo elemento funge anche da ponte che collega le diverse tradizioni sottolineando il concetto di condivisione dei valori spirituali.

Chiesa cattolica San Francesco
Moschea islamica Eminence Ahmed El-Tayeb
Sinagoga ebraica Moses Ben Maimon
Il Cultural District della Saadiyat Island di Abu Dhabi

PROSSIMO ARTICOLO

WHITE SHOW: IL GLAMOUR DI VIA TORTONA

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TALKS
TENDENZE
VIDEO
MILANO FASHION WEEK
CINEMA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA