IT | EN
07/07/2024 | ARTE

LA SCULTURA DI LUCCHINI ISPIRA LA DANZA

Di: Federica Speciale

Da Matisse a Rodin l’influenza dell’arte sui movimenti di ballerini e coreografi, e viceversa, è sempre frutto di emozioni intime e imprevedibili. Questa volta è un’opera di Flavio Lucchini a lasciare il segno al DAP Festival, che, arrivato alla sua ottava edizione, sceglie di omaggiare l'artista con una performance dedicata alla scultura Ghost. É stata presentata nella cornice del Gran Teatro della Versiliana a Marina di Pietrasanta il 6 luglio 2024, in occasione del Gran Galà.

Perché confinare le performance artistiche nei luoghi canonici della cultura? È da questa domanda che nasce l’innovazione del DAP Festival (Danza in Arte a Pietrasanta). Questa manifestazione, che attira ogni anno artisti, coreografi e danzatori internazionali, non solo celebra l’unione di espressioni artistiche differenti, ma offre una programmazione che si sviluppa sia nei teatri, che nelle piazze, nelle vie, nelle spiagge e nelle pinete della città. La multidisciplinarietà promossa dal Festival riflette l'essenza stessa di Lucchini, artista e art-director, creatore di testate di moda di rilievo e talent scout di grandi stilisti e creativi.
"Ghost", una scultura grande e surreale in resina, ha ispirato la coreografia di PeiJu Chien-Pott e Thomas Johansen, interpretata da Tamara Fragale, Dominique Guerra e Jack Ragland. Lo spettacolo ha unito arti visive, musica e movimento, evocando il "fantasma" di Lucchini e le memorie di abiti indimenticabili, dove il corpo sembra quasi evanescente. Un omaggio ai grandi creativi che hanno segnato i momenti d'oro della moda.


Ghost al DAP Festival. Un'atmosfera surreale tra luci e ombre.
Ghost al DAP Festival. L'interazione tra la fisicità dei danzatori e la presenza imponente della scultutra Ghost.
Ghost al DAP Festival. I ballerini danno vita ad un abito da cui il corpo sembra quasi evaporato.
Flavio Lucchini, Ghost 2, scultura in fiberglass e rifinita in carrozzeria con vernice catalizzata argentata, 130x240h, 2005

PROSSIMO ARTICOLO

ART IN THE CITY, L’OBELISCO DI MARIA CRISTINA CARLINI

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TALKS
TENDENZE
VIDEO
MILANO FASHION WEEK
CINEMA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA