IT | EN
08/03/2021 | DESIGN

LA NATURA SI FA SCULTURA

Prendi una storica azienda di arredi, un giovane architetto già in corsa, il comune amore per le cose solide, ben fatte, durature e innovative, una sostenibilità “sincera” come fattore comune. Così le sedute-scultura di Giovanni Tomasini si fanno perfette interpreti di Riva 1920 aggiornata al 2021.

Per festeggiare i suoi cent’anni la storica “falegnameria” Riva 1920, oggi azienda leader nella produzione di mobili in legno massello firmati dai grandi architetti, ha aperto le porte a un giovane designer lombardo che aspirava fin dai tempi del liceo di avvicinarsi a questa realtà la cui mission è rimasta da allora immutata e che la famiglia Riva riassume in “produrre con onestà per tramandare alle generazioni future mobili in grado di sfidare il tempo nel pieno rispetto dell’ambiente”.
Giovanni Tomasini, un creativo che ha fatto della filosofia green la sua bandiera, si è subito trovato a suo agio tra i profumati legni dell’azienda, da cui ha tratto delle sculture su cui sedersi: “Collaborare con Riva è sempre stato il mio sogno nel cassetto. All’inizio del 2020 mi ha offerto la possibilità di dare sfogo alla mia creatività. Nei mesi successivi sono nati cinque sgabelli e una panca in legno di cedro, molto profumato. Quando mi sono trovato davanti questi blocchi enormi mi sono sentito come Michelangelo quando diceva: “basta togliere il superfluo, l’opera d’arte è già dentro”. Ho messo in questo progetto tanta emozione, ora mi auguro possano trasmettere un pizzico della loro magia”.
E magiche lo sono, queste sedute che pur richiamando nei loro nomi e nei loro volumi architetture famose, nello stesso tempo evocano natura, manualità, armonia.
Così oggi, accanto alle proposte di Mendini, Mari, Novembre, Rashid, Starck, Piano, De Lucchi e altri maestri, c’è anche la collezione Tomasini, completamente naturale e rifinita a mano senza l’aggiunta di alcun trattamento. Il cedro del Libano è una conifera sempreverde il cui legno si caratterizza per un inebriante profumo fortemente balsamico, sprigionato dalla resina che ha anche un naturale effetto antitarmico. Una collezione assolutamente sostenibile, perché Riva 1920 impiega solo alberi di cedro caduti e recuperati, in seguito ad eventi naturali o tagli programmati, effettuati per questioni di sicurezza. Una collezione perfetta anche per l’outdoor, che resiste all’umidità e all’acqua; non si deteriora, anzi se esposta agli agenti atmosferici, acquista una splendida colorazione “grigio taupe”. Pronta a resistere per altri cento anni ancora.

Notre Dame design Giovanni Tomasini per Riva 1920.
Rotterdam design Giovanni Tomasini per Riva 1920.
Slalom design Giovanni Tomasini per Riva 1920.
Diamond design Giovanni Tomasini per Riva 1920.

PROSSIMO ARTICOLO

IL FESTIVAL DEI SUCCESSI E DEGLI ECCESSI

ARTE
DESIGN
DUBAI
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
PEOPLE
TENDENZE
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA