IT | EN
09/04/2024 | MILANODESIGNWEEK2023

AL FLA MUSEUM IL DESIGN SI RIFLETTE NELL’ARTE

Di: Chiara Ferella Falda

In fondo al percorso “thinking different” di Superdesign Show, il “museo d’impresa” fashion del Superstudio, il FLA FlavioLucchiniArt Museum ci accoglie con un’esposizione rinnovata nello spazio Atelier, dove l’architettura post-industriale, la bellezza della luce naturale e tre diverse esposizioni ci immergono in un mondo sospeso dove la moda è sublimata e il confine tra arte e design diventa sempre più impalpabile. “La moda in altro modo”, come narrato nel documentario su Lucchini, diretto da Giovanni Gastel in collaborazione con Oliviero Toscani, in loop nel grande schermo del Museo. 
Dai contrasti bianco-nero e i giochi optical alle opere Gold di straordinaria bellezza, fino alle sculture in gesso dai colori "marshmallow", ogni elemento ci offre solo un assaggio dell'incredibile produzione dell'artista. E’ la sezione underground del museo, quasi nascosta e segreta, che sbalordisce per l’imponenza e numero delle opere esposte, 634 per l’esattezza. 18 stanze si susseguono ciascuna con un tema e una tipologia differente di opere, sapientemente contaminate dagli arredi iconici di Cappellini: Totem, Toys, Dress Memory, Haute Couture, Burqa, Gold, Hair, Flowers, Ghost, Dress Paintings, SkyScrapers, Icons, BlackCode, Circus…
Ma c’è ancora una sorpresa e novità, nello spazio The Lab, dedicato ad ospitare artisti emergenti, in una logica di scouting da sempre perseguita da Lucchini, sin dai tempi in cui lui, grande personaggio della moda, lanciava attraverso i suoi fashion magazine i giovani che sarebbero diventati le star di domani (stilisti, fotografi, giornalisti, art director...). 
The Lab ospita l’installazione “Bring me a Higher Love” del giovane artista e designer Sebastiano Pelli, sculture e quadri materici dove i bagliori dell’oro (in realtà ottone macerato con materiali di scarto quali bucce d’arancia e caffè) incontrano l’elemento acqua contenuto in una grande scultura centrale in ferro brunito e ottone. In un momento storico di grande smarrimento è una riflessione quasi ancestrale sul bisogno di luce e purezza di cui tutti abbiamo bisogno, che ben si sposa con la sacralità delle sculture totemiche di Lucchini.

www.flaviolucchiniart.com - www.cappellini.com - www.sebastianopelli.com

INFO:
Dal 16 al 21 Aprile 2024
ore 11.00-19.30. Domenica 21 Aprile ore 11.00-18.00
Visita guidata ogni mezz'ora.

Dress Totem Gold di Flavio Lucchini
Scultura di Sebastiano Pelli.
Sedia Peacock di Cappellini, design Dror
Drop di cappellini, design Nendo

PROSSIMO ARTICOLO

DESIGNBLOK COSMOS. IL FESTIVAL DEI DIECI

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TALKS
TENDENZE
VIDEO
MILANO FASHION WEEK
CINEMA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA