IT | EN
09/12/2020 | INNOVAZIONE

LA BARONA SI RINNOVA. CON I GRANDI ARCHITETTI

Di: Fulvia Ramogida

Un quartiere di Milano storico, verde, residenziale, studentesco e professionale. In periferia, ma non troppo. Racchiuso tra i Navigli, con parchi e giardini, servito da Metro, piste ciclabili e autostrade a un passo. Da qualche anno sta rinascendo con edifici iconici firmati dai grandi studi d’architettura. E, in mezzo a loro, per aggiungervi cultura e nuova vitalità, il Superstudio Maxi, pronto a fine dicembre. Piccolo tour per orientarsi.

Milano oltre la cerchia dei bastioni. Se ne è parlato poco finora, se ne parlerà sempre di più nei mesi e anni a venire. Qualsiasi metropoli contemporanea sa che il centro è suo il biglietto da visita, ma per garantire qualità della vita e servizi accessibili a tutta la popolazione e a chi in città entra per lavorare o per svago, il ruolo della “cintura” della città è fondamentale. Come dire: il cuore e le sue arterie.
Le periferie sono grandi laboratori da cui emergono le tendenze più libere e avanguardistiche: “La periferia è una fabbrica di idee, è la città del futuro.” ha dichiarato Renzo Piano.  Superstudio Maxi il terzo e grande spazio di Superstudio Group, frutto di un progetto di rigenerazione urbana particolarmente accurato è situato proprio qui, a Milano, al limite fra centro e periferia, a un minuto dalla fermata della metropolitana di Famagosta.
E aspettando di entrare nella nuova venue, andiamo a scoprire il patrimonio architettonico già presente nei dintorni. Partendo dal palazzo noto come Savoia Assicurazioni che troneggia su Viale Famagosta, disegnato da Giò Ponti negli anni 50 e caratterizzato dalle inconfondibili piastrelle in ceramica verde a superfice diamantata, usate dal maestro in più lavori. Il complesso è ora oggetto di una completa ristrutturazione a cura dello studio di architettura il Prisma con il progetto business-park San Vigilio 1. I volumi, in origine separati, sono stati integrati tra di loro e uno di essi in vetro consentirà di ammirare l’opera di Giò Ponti da vicino, come mai prima.
Sul lato nord, il Parallelo Building, opera estremamente innovativa di Mario Cucinella, che come tutte le architetture che fanno parlare di sé si è valsa anche il soprannome di “grattacielo orizzontale”. Un volume sospeso e inaspettato, una nave che fluttua fra cielo e terra e che in virtù di questa struttura inedita sfrutta al meglio l’energia del sole.
A poche centinaia di metri, scopriamo la sede dello Iulm (Libera Università di Lingue e Comunicazione) e non possiamo che citare la descrizione fatta dallo studio Gianluca Peluffo che insieme a  5+1AA Alfonso Femia, Alessandro Schiesaro, I Quadro Ingegneria, Deerns Italia, si è occupato del progetto:
“Una periferia divenuta quasi centro. Un edificio che non si colloca casualmente all’interno di un lotto, come in tutta la modernità, ma che costruisce pieni e vuoti nello stesso modo. Un edificio che sembra essere mimetico rispetto all’intorno. Mattoni, calcestruzzo a vista, vetro, intonaco. Poi, al suo interno, un’esplosione di ceramica verde smeraldo. Come un semaforo nella nebbia.”
Ed è in dirittura d’arrivo, e sempre vicinissimo, il complesso The Sign di Progetto CMR. Un grande esempio di recupero urbano, che prevede un’area verde aperta al quartiere, un’immagine permeabile, fatta di scansioni fra pieno e vuoto di colori dorati per vibrare con la luce.
Chiudiamo tornando a un grande protagonista: Vico Magistretti. Non tutti sanno che il deposito ATM di Famagosta, scandito da elementi che richiamano con forza prorompente l’estetica della fabbrica quali la sequenza di sheds, i mattoni a vista, le travi, è opera sua e punto inconfondibile di questo paesaggio urbano che è a tutti gli effetti città.

Savoia Assicurazioni at Viale Famagosta, designed by Giò Ponti. Courtesy Archivio Vico Magistretti
Parallelo Building, by Mario Cucinella Architects. ph. Daniele Domenicali- Mario Cucinella Architects
IULM Libera Università di Lingue e Comunicazione. Courtesy IULM University
Barona, new suburb in Milan with Superstudio Maxi.

PROSSIMO ARTICOLO

CARO ELIO. IL VERO FIORUCCI E’ QUI

ARTE
DESIGN
DUBAI
EDITORIALI
EVENTI
FOTOGRAFIA
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
PEOPLE
TENDENZE
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA