IT | EN
01/04/2016 | DESIGN, EDITORIALE

THINKING NEXT

Di: Gisella Borioli
Una pagina bianca aperta sul futuro. Parole nuove corrono sul filo della creazione e della sperimentazione, sono la base delle ultime proposte del design. Design “at large”, perché ormai bellezza e progettualità intaccano tutti gli aspetti della nostra vita, anche quelli dove sembrava che bastasse la funzione. Sono parole che declinano concetti universali come etica, estetica, tecnologia, economia, contemporaneità, sostenibilità, socialità, unicità, diversità, serialità, manualità, flessibilità, ri-uso, sensorialità, mobilità, condivisione, pluralità culturale, natura e altre secondo una nuova visione.

Ne abbiamo fatto il tema della edizione di SuperDesign 2016, inteso come una pagina bianca su cui architetti, designer, ingegneri e creativi digitali e non, potessero lasciare una traccia evidente del loro pensiero costruttivo. Abbiamo invitato le grandi e piccole aziende presenti, i progettisti, a raccontarci attraverso le loro installazioni “meno fiera e più museo” la loro idea del futuro. Abbiamo messo in programma incontri laboratori e workshop per discutere l’arte del fare. Abbiamo chiesto a un artista-illustratore di scrivere per noi le linee guida che ci possano condurre nella visita delle diverse aree di Superstudio.

Un invito a riflettere, a capire. Come in un labirinto che riserva a ogni svolta delle sorprese, attraversando il giardino, le aree verdi, i padiglioni monotematici, le mostre collettive, ci colpiranno le inedite performance dei nuovi materiali, plastici, tessili, vitrei, lignei, naturali che siano, le grandiose installazioni sensoriali che frammentano e decostruiscono oggetti fragili e preziosi, gli arredi inseriti in metafore urbane, le contrapposte soluzioni per muoversi in città o su orizzonti più aperti, le fonti luminose che reinventano la tradizione o scoprono nuovi usi e funzionalità, la musica che scaturisce da fonti sonore belle come sculture, le forme di marmo “scolpite” dal computer, gli oggetti belli romantici e sensuali per la casa contemporanea, apparecchi e device che si avvalgono delle ultime tecnologie, sembrano una cosa ma ne fanno mille e infine la grande esposizione di design cinese doc, ulteriore testimonianza della Cina creativa che si affaccia da protagonista sul mercato globale top.

Percorso esperienziale nel misterioso Basement: siamo tutti maker attingendo al repertorio di eBay, torniamo bambini con la mostra storica di passeggini dal tempo di guerra a domani, quella di “Dolls” giganti che sono sculture da museo. Per finire nella grande area dell’Empatia Creativa e discutere, facendo, di architettura, design, di prossimi progetti e sostenibilità possibile con architetti, studenti e bambini.

Citizen
Stefano Boeri - 3M
Superdesign Show
Superdesign Show

ARTE
DESIGN
DUBAI
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
PEOPLE
TENDENZE
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA