IT | EN
11/07/2022 | EVENTI

REPLY. IL FUTURO È GIA’ QUI

Di: Silvia Zanni

L’intelligenza artificiale e la robotica, i servizi ibridi a cavallo tra il mondo fisico e quello virtuale, i sistemi di computing (5g, quantum, edge), il chiacchierato metaverso, nel quale ora ci si laurea anche, ed il “fattore umano” coltivato nello spazio virtuale. Questi sono solo alcuni dei temi affrontati durante questa edizione. Uno su tutti spicca per la sua attualità in questa estate scoppiata troppo in anticipo e segnata da un tempo atmosferico ormai impazzito: parliamo della tecnologia verde e della smart agriculture, che utilizza prodotti fitosanitari per ridurre i consumi di gasolio, con vantaggi in termini di risparmio economico, abbattimento delle emissioni di CO2 nell’atmosfera e nel processo from farm to fork. Ed anche l’iniziativa della foresta Reply, “Disegna un albero, pianta un albero” che conta ad oggi 1000 piante dal 2021 e 320 tonnellate di CO2 risparmiate (https://www.treedom.net/en/organization/reply/event/replyforest). Dopo gli oltre 700 partecipanti di Londra e i più di 1300 di Monaco, alla due-giorni milanese al Superstudio Più hanno partecipato oltre 3000 persone. Questi numeri danno l’idea dell’interesse che l’argomento riveste. La kermesse è risultata tanto rilevante quanto coinvolgente: ciascun partecipante ha potuto infatti crearsi un avatar, a metà tra svago tecnologico e necessario confronto con le interfacce digitali che già stanno prendendo piede (si pensi alla comodità di avere salvati in un unico luogo e una volta per tutte i propri dati personali senza dover più in ogni situazione compilare lunghi e noiosi moduli). Hanno avuto luogo oltre 80 talks, di cui uno dedicato al Cloud nel Flavio Lucchini Art Museum; “death matches”, scontri diretti nell’ambito dei videogiochi che, tradotti su un palco per dibattiti, sono diventati interventi su trend-topics come e-commerce e crypto; zone tech dedicate dove approfondire temi con demo live e sessioni di show-me-how. Senza scordare l’area svago in cui dare sfogo al gaming. Tra le novità più accattivanti l’interazione con Margot-T, l’assistente virtuale emotiva: nessuna chiacchiera pre-impostata, tutta “farina del suo sacco” in una conversazione libera su tanti e diversi argomenti; e Spot, un cane robotico sviluppato in collaborazione con Boston Dynamics che, grazie alla sua agilità, può essere impiegato negli aeroporti per l’analisi di materiali pericolosi e l’identificazione di situazioni a rischio, ed essere di enorme aiuto negli ambiti dell’edilizia e perfino dell’archeologia. Se il futuro è nel metaverso Superstudio Più ne è stato l’anticamera!


PROSSIMO ARTICOLO

LUNA PARK DESIGN

ARCHITETTURA
ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIA
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
GREEN
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
MOSTRE
PEOPLE
TENDENZE
VIDEO
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA