IT | EN
29/07/2021 | DESIGN

neologismi. le parole per dirlo

Di: Gisella Borioli

Spesso ti imbatti in un oggetto, un ambiente, una cosa che non sai come definire perché esce dai canoni consueti ma ibrida fonti di ispirazioni diverse, offre esperienze innovative o introduce linguaggi visuali inattesi. E qui entrano in azione i neologismi, definizioni inventate e spesso crasi di lettere o parole, anglicismi addomesticati, fusioni e giochi fonetici che attingono al dizionario. I neologismi qui sono un divertissement che ruota attorno al linguaggio del design, che fa riflettere sulle mixologie che hanno arricchito il panorama domestico e urbano. Come definirle poi è una scelta personale. Neologismi tratti dal libro DESIGN SUPER SHOW, edizione Superstudio 2021. ( per richiederlo: info@superstudiogroup.com, amazon.it)

3Design: oggetti stampati con 3D, dai piccoli complementi alle case

Abandonism: la tendenza a recuperare edifici abbandonati e farne spazi contemporanei

All-In-One: oggetti e arredi che concentrano più funzioni in un unico pezzo

Antistar: i designer della nuova generazione che operano in proprio o su piccoli progetti

App/artment: case domotiche o casalinghi digitali che funzionano con app

Archistar: i famosi architetti che lavorano su grandi progetti con studi internazionali

Artchitecture: le architetture dalle forme complesse, vere opere d’arte urbane

Artfloor: tappeti e moquette insoliti, simili a quadri o art-work

Artmade: oggetti fatti a mano con contenuto artistico da artisti/artigiani

Barock: decorativismo eccessivo contemporaneo

Bathmore: la trasformazione del bagno in altro ( spa, salotto, palestra ecc)

Bestbed: letti innovativi che offrono funzioni e soluzioni diverse

Contemporary Classic: oggetti contemporanei diventati dei classici

Crossdesign: oggetti composti da elementi con radici culturali diverse

Curvy: oggetti curvilinei in modo convinto

Domotech: ambienti con impianti e servizi ad alta tecnologia

eDesign: design che nasce e vive sul web

Emotionism: cose effetti segni o presentazioni che stupiscono o emozionano

Essentialism: arredi e oggetti ridotti all’essenza senza sovrastrutture o decorazioni

Ethicology: il concetto di ecologia etica applicata al design

Excentric: oggetti eccentrici o unici o limited edition o personalizzati, fuori dalla standardizzazione industriale

Experienseat: sedie-personaggio, sedie multifunzione, sedute tecnologiche

Fantasylight: lampade fantasiose hightech e spettacolari

Flatart: art-design per la casa, oggetti disegnati da artisti, loft come gallerie d’arte

Foodesign: cibo impiattato da chef stellato che non assomiglia al cibo tradizionale

FreeDome: oggetti per la casa eclettici e liberi da schemi preconcetti

Funnyture: oggetti divertenti, insoliti, giocosi, pop, che strappano un sorriso

Glassmour: oggetti di vetro accattivanti, sensuali, eleganti

Glocal: tipico made in Italy disegnato da designer di paesi lontani

Handmade: oggetti fatti a mano

Handsign: decorazione manuale per arredi oggetti complementi

Heritage: arredi e oggetti attuali che scaturiscono dalla tradizione

Hotdoor: oggetti per l’estermo molto forti e caratterizzati

Humanism: oggetti e arredi antropomorfi o che richiamo le forme umane

Ibridism: oggetti arredi e ambienti che mescolano elementi diversi e contrastanti

Ikeali: arredi e oggetti semplici, lineari, economici, facili da montare e trasportares

Ikon: le nuove icone del design, in particolare quelle molto apprezzate su instagram

Immaterialism: smaterializzazione di oggetti reali attraverso video, internet, ologrammi realtà virtuali

Immersive: elementi e ambienti che avvolgono e offrono una esperienza completa

Industrialchic: stile industriale, metalli, lavorazione “dura” ma elegante

Italysm: lo stile italiano in proposte di altri designer non italiani

Kitschic: oggetti arredi e complementi che reinterpretano estetiche popolari e diventano di moda

Linelight: apparecchi di illuminazione grafici o geometrizzati, con linee lineari e essenziali

Maker: designer che fan tutto da sè

Metalhouse: arredi di metallo per la casa contemporanea

Miniflat: appartamentini comfort sotto i 30 mq

Minimaluxury: case e arredi apparentemente semplici ma esclusivi . Il lusso essenziale

Naturalism: oggetti con evidente richiamo alla natura, legno, foglie, fiori, terra, rami, acqua ecc

Newclassic: oggetti contemporanei che tendono a diventare o assomigliare a dei classici

Nomadesign: oggetti nomadi, con ruote facili da trasportare da un luogo all’altro

Overdesign: gli oggetti che trascendono il design o cui il design ha cambiato la faccia

Parametric design: la visione digitale del design che risolve la complessità del progetto con algoritmi computer e software

Pastfutur: oggetti con forte heritage ma attualizzati

Rockcoco’: eccessi decorativi che citano con ironia lo stile ornamentale del primo ‘700

Romantech: oggetti romantici o sensuali ma ad alta tecnologia

Rustichic: stile rustico, campagnolo ma elegante

Rustichoc: stile rustico ma imprevedibile e forte

Self-production: piccola produzione indipendente

Slowdesign: oggetti soft, discreti, rassicuranti, per la comfort-zone

Transformer: oggetti multifunzione che aggiungendo componenti varie fanno più cose

Transpartout: sedie o altri arredi trasparenti

Trendysm: oggetti che hanno dato il là a una tendenza o si sono inseriti in essa

Unfunctional: arredi scomodi ma belli

Upcycling: idee di riciclo e riuso bello e intelligente

Visionary: oggetti fantasy che ipotizzano una visione del vivere futuro

WelcHome: strutture abitative, hotel, mall personalizzati dove ci si sente bene come a casa

Wooding: il legno come filo conduttore


PROSSIMO ARTICOLO

rattan: un intreccio ethichic

ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
PEOPLE
TENDENZE
VIDEO
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA