IT | EN
15/05/2020 | DESIGN

FUORISALONE PERDE VENTURA PROJECTS

Di: Redazione

Gli imperdibili appuntamenti che Ventura Projects realizzava a Milano durante la Design Week non ci saranno più. Chiude lo studio olandese che aveva fatto scoprire con il design nordico e avant-garde luoghi decentrati come Lambrate e i dintorni della stazione Centrale.

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, venerdì 15 maggio, e ha lasciato sbigottito il mondo del design e del Fuorisalone di Milano.  Prima vittima eccellente del post-coronavirus, Margriet Vollenberg ha annunciato la chiusura del suo progetto di design temporaneo Ventura Projects che aveva portato una ventata di novità, di imprevisto, di scoperta nella Design Week di Milano. Primi ad aprire al pubblico degli architetti e dei giovani creativi l’area in trasformazione di Lambrate e poi coraggiosi a recuperare per il design i Magazzini Recordati nei pressi della Stazione Centrale richiamando così l’attenzione del Comune e delle Ferrovie sulle possibilità di quelle strutture da tempo abbandonate.
"Dopo 10 edizioni di successo e pronti per l’undicesima edizione della Milano Design Week 2020, Ventura Projects non è più fattibile” scrive Margriet Vollenberg sulla lettera d’addio “È con grande dispiacere che ho dovuto assistere a come la crisi del Coronavirus ha colpito il mondo intero, l'industria degli eventi e del design, e quindi la mia azienda. Ho trascorso molte notti insonni preoccupandomi se e come avrei potuto salvare o trasformare la mia azienda per adattarmi a una nuova normalità per poter ancora servire il mondo del design e valorizzare il talento come abbiamo sempre fatto. È quindi con grande dolore nel cuore che sono giunta alla conclusione che non è più possibile costruire il mio sogno, e quindi i sogni di molti designer e studi di design. Le circostanze attuali non mi lasciano altra scelta che terminare i Ventura Projects.
È stato uno dei compiti più difficili che abbiamo mai dovuto affrontare come squadra. Parlare con tutti i nostri amici e amanti del design è stato profondamente doloroso e commovente. Per ora, guardo indietro con grande orgoglio e gratitudine per ciò che il mio team e io siamo stati in grado di realizzare nel mondo del design internazionale. Con oltre 7000 espositori, abbiamo presentato al mondo innumerevoli soluzioni innovative e incredibili. Speriamo sinceramente che l'atmosfera energizzata degli eventi di design globali tornerà presto. Più che mai, per far fronte a questa crisi e alle sue conseguenze, il mondo ha bisogno della creatività, della giocosità e dell'ingegno che il design può offrire”. Ci mancheranno gli appuntamenti decentrati che richiamavano migliaia di visitatori e mettevano in luce designer internazionali di grande talento e giovani professionisti con insolite installazioni. Ci mancheranno l’energia di Margriet e del suo alter ego a Milano Fulvia Ramogida che siamo certi ritroveremo presto su nuovi stupefacenti diversi progetti.


PROSSIMO ARTICOLO

DOROTA KOZIARA: DA MENDINI IN POI

ARTE
DESIGN
DISCOVERING
DUBAI
EDITORIALE
EVENTI
FOTOGRAFIA
INNOVAZIONE
LIBRI
LOCATION
MODA
PEOPLE
TENDENZE
VIDEO
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA