IT | EN

Articoli in ‘Moda’
23/09/2020
 | MODA

WHITE, il salone di contemporary fashion al Superstudio, promuove il primo Fuorisalone della moda con gli eventi di Milano Loves Italy in collaborazione con la rivista Interni durante la Fashion Week. Dal 24 al 27 settembre ci saranno i primi nove eventi nei multibrand moda di Milano insieme ai designer indipendenti e brand italiani.

Il movimento MILANO  LOVES  ITALY continua a crescere includendo oltre Camera Nazionale della Moda, CBI-The Best Shops, Best Showroom, anche la neonata associazione Alined, e NIAM Nazionale Italiana Agenti Moda. Per rendere Milano più vitale e dinamica durante la fashion week è nata l’idea di coinvolgere i multibrand moda e alcuni spazi di design per dare vita a un circuito di eventi e presentazioni per supportare le aziende italiane e che producono in Italia. Il progetto sarà inaugurato - insieme a WHITE  - giovedì 24 alle ore 12.00 in Tortona 27 Superstudio Più. Già dalla settimana della moda di settembre, dal 23 al 27, sono previsti i primi nove eventi che coinvolgono diversi store tra moda e design... 

24/07/2020
 | MODA

Dopo l’esperimento della Digital Fashion Week di luglio a Milano, dai risultati controversi, ecco i primi segnali lanciati dagli “audaci” per riportare la moda al centro con modalità phygital ( fisica e digitale) per sfilate e fiere che sono da sempre il nostro punto forte capace di accendere interesse, desiderio, business, relazioni, tendenze. Il Salone moda più hot di sempre, White Show di settembre, al Superstudio Più ci sarà. Con una edizione totalmente rinnovata e piena di sorprese.

 In un momento di grande incertezza i giochi si fanno giorno per giorno, cercando di precorrere i tempi e lanciare segnali di ottimismo per portarci obbligatoriamente verso una via d’uscita dal lungo lockdown economico che sta mettendo a dura prova il fashion system. Massimiliano Bizzi, fondatore e direttore creativo di White, la fiera di ricerca che in vent’anni di nuove idee e di successi è diventato il punto focale internazionale della moda di ricerca, con più di 500 espositori spalmati sul Fashion District creato in via Tortona, non ci sta a rinunciare alla sfida del rilancio...

17/07/2020
 | MODA

Live preview per la la nuova Flash Collection di Versace, in diretta dal nostro Superstudio 13, con live performance del cantante rap AJ Tracey accompagnato da modelle e modelli che ballano e interagiscono con l’artista. Non poteva mancare una smagliante Donatella Versace a introdurre AJ Tracey on stage per un'anteprima della nuova hit "Step on".

30/06/2020
 | MODA

Con una visione pragmatica e controcorrente e senza lasciarsi troppo sedurre dalle futuribili ipotesi di negozi virtuali affidati al digitale e alla distanza, Beppe Angiolini, ambasciatore di bellezza attraverso il suo negozio-faro Sugar di Arezzo, fa il punto sul sistema moda oggi e domani. Senza dimenticare il passato. Un punto di vista autorevole, nel suo ruolo di Direttore della Comunicazione della Camera Buyer Moda.

A giudicare dalle opinioni correnti, sui media, nei webinar, il “negozio di moda”, come lo conosciamo oggi, domani non funzionerà più. Quale è il tuo pensiero?
Il negozio di moda se non funzionerà non sarà certo per la introduzione di sistemi multimediali e devices all'interno dello stesso. Se non funzionerà sarà perché la crisi economica non lo permetterà e perché chi lavora per il negozio sia come assistente vendita e/o buying office non sarà in grado di interpretare il cambiamento emotivo che questo momento ha apportato alle scelte anche e soprattutto del consumatore finale...

29/05/2020
 | MODA

40 anni fa, marzo 1980, nasceva Donna, la rivista che rinnovava l’editoria di moda e diventava la più temibile antagonista di Vogue, e lo sarebbe stata per molti anni a seguire. La storia racconta che il progettista e art-director di un Vogue Italia innovativo e prestigioso fosse stato nel 1963 proprio Flavio Lucchini, lo stesso che 17 anni dopo avrebbe dato vita alla nuova testata, ancora una volta capace di rivoluzionare l’immagine e la comunicazione della moda stessa.

Questo è il ricordo dell’avventura editoriale che ha generato Donna, indimenticabile rivista edita da Edimoda (Gruppo Rizzoli/Corriere Della Sera e in seguito Rusconi) che parlava di nuova moda, di nuovi modi, di nuovi mondi con un taglio avant-garde che la renderebbe contemporanea anche oggi. Scioccanti le sue copertine, sempre diverse, sempre provocatorie e puntuali, valorizzando il nuovo Made in Italy (ma non solo). E altri talenti preferibilmente italiani. Stellari i collaboratori: giornalisti da prima pagina, scrittori, intellettuali, sociologi, artisti. Pieni di talento i fotografi, da Oliviero Toscani a altre future star come Giovanni Gastel, Fabrizio Ferri, Paolo Roversi… Indimenticabili le modelle che su Donna hanno debuttato: Amalia, Daniela Ghione, Alda Balestra, Monica Bellucci, Isabella Rossellini... Immancabili i grandi della moda e le promesse, scovate sempre in anticipo cui spesso Donna ha dedicato la prima copertina, da Dolce&Gabbana, a Ferré, a Romeo Gigli…

25/05/2020
 | MODA

Lo abbiamo chiesto a un testimonial d’eccezione: Massimiliano Bizzi, fondatore e cuore pulsante di White Show, il salone di moda di ricerca diventato il più importante appuntamento del contemporary fashion in Italia. Insediatosi al Superstudio nel 2002, da quel momento ha iniziato una crescita e un successo incomparabili. Con White durante le Fashion Week la moda invade tutta l’area Tortona: più di 500 aziende portano il loro messaggio di creatività con sempre maggior frequentazione e interesse. E ora? In questo breve video Bizzi dà voce alle preoccupazioni di tutti: meno moda ma più intelligente, acquisti più attenti alle persone, sostenibilità come valore primario.

Il dopo Covid-19. “Io penso che la moda debba accelerare un processo di innovazione, che era già iniziato prima: quello della mega produzione, della moda che non ha più la capacità di entusiasmare il consumatore finale. La moda di una volta, elegante, che faceva sognare, è diventata una moda strumentale al marketing, in qualche modo chiusa in sé stessa. Io spero che il Covid sia un momento di riflessione per tutti...

18/05/2020
 | MODA

La ripartenza dopo il lockdown fa riflettere sul destino che improvvisamente ti obbliga a cambiare strada e, spesso, vita. Riproponiamo qui, con un libro e un filmato autobiografici, una storia esemplare. Quella di Flavio Lucchini, presidente di Superstudio Group che, come ha detto Oliviero Toscani “è stato il vero artefice della nascita del made in Italy”.

Difficile immaginare che quel ragazzino nato nella campagna mantovana, cresciuto nelle difficoltà della guerra e destinato probabilmente a fare il contadino come tutta la famiglia - ma con quella insolita capacità di saper disegnare benissimo e di appassionarsi di arte e architettura - potesse trovare la sua strada in un mondo del tutto diverso, quello della moda, creando le testate più importanti e lanciando gli stilisti più famosi. Il traguardo finale del suo lungo e variegato percorso è Superstudio, fondato molto tempo fa, in un certo senso la summa dei suoi interessi, dopo essere stato con uguale successo insegnante art-director giornalista editore imprenditore e contemporaneamente, negli ultimi trent’anni, artista che indaga i misteri della moda per regalarle una sorta di eternità...

29/04/2020
 | DESIGN, MODA
save the date: DIRETTA INSTAGRAM

FASHION&DESIGN: PAST, PRESENT AND FUTURE

Un conversazione live per condividere sapere e prospettive tra Gisella Borioli, CEO Superstudio Gruop, e Giulio Cappellini, Art Director e Brand Ambassador dell'Istituto Marangoni.

In diretta Instagram Giovedì 30 aprile ore 17.30, sui canali IstitutoMarangoni_MilanoDesign  e Superstudiogroup. 

In inglese.







20/04/2020
 | MODA

La fotografia di moda d’autore è destinata a soccombere davanti all’avanzata delle foto da telefonino o realizzate per la comunicazione veloce del web? Risponde Giovanni Gastel, fotografo, artista, poeta e number one della immagine di moda artistica e di massima qualità. Le sue foto vivono sulla riviste internazionale più importanti e nei musei che parlano di contemporaneità.

"Il mondo della moda e il suo modo di comunicare, come usciranno da questo periodo di blocco del mondo? Certamente sarà necessario un pensiero profondo sui modi e sui tempi della comunicazione moda ma anche il messaggio stesso della moda dovrà cambiare profondamente. La carta stampata, per un secolo, la sola «voce comunicante della moda» soffre di una crisi profonda data dall’apporto sempre più modesto della pubblicità. Le riviste stesse chiudono i battenti a seguito di questo «cane che si morde la coda»: no pubblicità no riviste no pubblicità. Il sognato ingresso nella comunicazione del web stenta a partire a causa della terribile carenza di poesia che questi mezzi veicolano.
La moda vive di sogno e non di verità. Il suo immenso messaggio subliminale è sempre stato: noi siamo un mondo di elezione, eleganza, eterna giovinezza, se comprerai questo prodotto anche tu sarai con noi in «paradiso»...

10/04/2020
 | MODA

Caro Giorgio,
ricordo come te quando la moda, da cosa piccolina e poco considerata in Italia, ha cominciato a crescere e diventare una cosa, bella, grande, nostra, seria, che metteva in gioco tutte le speranze e la creatività. L’abbiamo vista trasformarsi e creare il made in Italy e le abbiamo dato il massimo. Noi, Flavio ed io e i nostri collaboratori, dalle testate che via via creavamo e dirigevamo, Vogue, L'Uomo Vogue, Donna, Mondo Uomo, Moda.... Tu, dapprima con Sergio che ancora ci manca, e poi con tutti gli altri tuoi bravissimi collaboratori della prima ora, Rosanna, Leo, Silvana, Irene, Giovanna e tanti altri. Non ti sei mai fermato. Da quando già ti facevi apprezzare come aiuto di Nino Cerruti, e poi da quelle poche stanze di Corso Venezia che hanno visto la tua prima sfilata, alla sede già importante di via Durini ...

08/04/2020
 | MODA

Armani, Prada, Versace, Gucci, Dolce&Gabbana, Trussardi, Moncler, Zegna, Benetton… e molti molti altri. Sono i big della moda che incontriamo tutti i giorni al Superstudio 13, i nostri studi fotografici dove realizzano i loro blindatissimi shooting. Per una volta tutti uniti in un gesto generoso che contribuisca ad aiutare l’Italia nel terribile frangente del coronavirus. King Giorgio è stato il primo con una donazione milionaria che ha indicato la strada ad altri brand e anche tra i primi a riconvertire tutte le sue aziende per produrre camici e presidi sanitari mentre Prada ha donato due postazioni complete di terapia intensiva e rianimazione a ciascuno degli ospedali milanesi Vittore Buzzi, Sacco e San Raffaele.
Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana ha attivato tutti gli iscritti a versare contributi ...

06/04/2020
 | MODA

In contemporanea con gli ultimi giorni della Fashion Week di febbraio, la crisi sanitaria ha investito in modo drammatico anche la moda. A Milano sfilate a porte chiuse, sfilate virtuali, sfilate annullate sono state le prime risposte del fashion system. Che da quel momento è congelato: negozi, aziende, ordini, shopping tutto fermo, tutto chiuso. Una situazione gravissima per questa fondamentale voce del pil nazionale e dell’occupazione. Dal primo messaggio di un retailer a migliaia di mail ricevute negli ultimi giorni, è nato il movimento spontaneo e virale “INSIEME SIAMO PIÙ FORTI” che si è trasformato in un’associazione libera senza oneri, composta da piccole-medie imprese e realtà artigianali che vede in prima persona la fiera White e Confartigianato. Un’associazione nata per affrontare coesi la situazione attuale e sollecitare ...

14/01/2020
 | MODA, PEOPLE
Un’intervista intensa quella di Katie Holmes per Elle UK numero di dicembre: dall’iconico show anni ’90 “Dawson Creek”, alla piccola stilosissima Suri, la bimba avuta dal matrimonio con Tom Cruise (di cui non fa mai parola), fino al lavoro di attrice e oggi anche regista e produttrice. A Milano per la fashion week, Katie è stata ospite dei nostri studi dove ha posato per la copertina e il servizio moda firmato Fendi, per cui era anche special guest alla sfilata. Tutti gli scatti sono di Daniel Clavero.
28/12/2019
 | DESIGN, MODA, PEOPLE

MODA&DESIGN VS TECNOLOGIA

Superstudio è per sua vocazione un recettore di tendenze, che accoglie e ritrasmette, attraverso i suoi eventi, le mutazioni della società in settori diversi, ma in particolare e periodicamente, nella moda nel design nella comunicazione. A grandi rappresentanti di questi ambiti abbiamo chiesto una opinione su quanto la tecnologia influirà il loro lavoro.
GIORGIO ARMANI: UNA TECNOLOGIA DISCRETA CHE RISPETTI I VALORI. Con una coerenza rara che non gli ha impedito, restando sempre se stesso, di muoversi in sintonia con i tempi e allinearsi alle innovazioni, Giorgio Armani è diventato il più Grande e indiscusso creatore di moda acclamato in tutto il mondo. “Quando iniziai a lavorare, tutto era molto diverso. I mezzi di comunicazione erano quelli tradizionali, e il legame tra moda e innovazione era ancora in una fase embrionale. Oggi le cose sono cambiate; i social media sono estremamente diffusi, ed è necessario rimanere al passo, portando il proprio pensiero e la propria personale visione sulle piattaforme più seguite. Allo stesso tempo i grandi marchi e le grandi aziende mostrano sempre più interesse e attenzione verso l’innovazione, e si orientano sempre più verso un approccio et..
22/12/2019
 | MODA
Il 2019 é stato un anno di grandi innovazioni per uno dei brand più amati dello sportswear italiano e insieme il consolidamento del legame tra Superstudio e il mondo della moda. Con uno show-room permanente di settecento metri quadrati al Superstudio Più, C.P. Company, il famoso marchio fondato da Massimo Osti nel 1970 - oggi al terzo anno nel gruppo Tristate, quotato alla Borsa di Hong Kong - inizia un percorso di rinnovamento e crescita che, partendo da Via Tortona 27, prevede nel triennio nuove aperture retail in Italia e all’estero tra cui Olanda, Cina e un particolare focus su Londra. La società, il cui successo è partito da lontano dallo studio delle divise militari rese urban e dal “tinto in capo” - un processo che prevede la tintura di un pezzo d’abbigliamento anche di materiali diversi alla fin..
18/12/2019
 | MODA, PEOPLE
Perfetta come una top-model, visionaria come una creativa a tutto tondo, cosmopolita come un manager in ascesa, carismatica come una opinion leader 4.0, famosa come una diva, mediatica come una rockstar, multitasking come una millenial, simpatica come una ragazza qualunque, Chiara Ferragni spesso celebra i suoi successi da influencer e imprenditrice con shooting e video al Superstudio. Eccola nell’ultima performance nella sala Day Light di Superstudio Più per immortalare la sua collezione sui social. Il giorno dopo è volata a Venezia dove è stato presentato il documentario “Chiara Ferragni, Unposted”, con la regia di Elisa Amoruso, che invita riflettere su questa giovane donna che, partita da Cremona con un blog, è diventata un fenomeno mondiale.
12/07/2019
 | INNOVAZIONE, MODA
È stata la novità più dirompente delle ultime due stagioni Moda Uomo, il White Street Market di scena al Superstudio Più con un cocktail unico di moda, street style, sportwear, cultura urbana, coscienza ambientale, street art, eventi, talk, video e installazioni che hanno toccato il tema del riciclo della plastica. La ricetta di Max Bizzi founder di WHITE è innovativa e coraggiosa: non solo grandi brand ed aziende, non solo il consueto impegno ad attrarre i più importanti buyer internazionali, ma un villaggio fashion che fa della Sostenibilità la vera essenza di ogni progetto presentato. “Buy less, choose well, make it last” ovvero “compra meno, scegli meglio e fallo durare” il manifesto di Vivienne Westwood, special guest dell’ultima edizione. “Siamo all’inizio di un cammino che porterà al rinnovamento della..
11/06/2019
 | MODA, PEOPLE
Riservatissimo, irraggiungibile, persino algido: chi è davvero Giorgio Armani? Il nuovo libro di Tony di Corcia pubblicato da Cairo Editore prova a rispondere a questa domanda intervistando giornalisti, stilisti e personaggi della cultura, top model, attrici, ripercorrendo le tappe di un’esistenza straordinaria che parte da Piacenza negli anni difficili della guerra, passa attraverso La Rinascente e Palazzo Pitti, fino a quel debutto straordinario con il proprio brand nel 1975 che ha originato poi un impero internazionale. Proprio in occasione dell’ 85° compleanno dello stilista (11 luglio), Superstudio ha ospitato in anteprima la presentazione del libro che per volontà dell’autore si concentra sull’uomo, raccontando l’infanzia di Giò (come lo chiamava sua madre Maria), gli affetti, le amicizie, la personalità, i sentimenti..
01/06/2019
 | DESIGN, MODA
Ai puristi del design, ai promotori del Fuorisalone come fenomeno di creatività diffusa, questo proprio non piace. Non piace che la Moda, con tutta la sua potenza, si sia infilata tra i brand piccoli e grandi di arredo, tra i produttori dei device supertecnologici e i designer in cerca di visibilità, togliendo spazi e attenzione. Dopo anni di investimenti e di fatiche per creare un evento che coinvolge tutta la città e che ha reso Milano la capitale del Design del mondo, ecco, tra le aziende fiore all’occhiello della creatività italiana ma con fatturati che non reggono il confronto, tra i tanti pionieri e sperimentatori, tra le università del mondo e i giovani talenti che ancora lottano tra budget insufficienti e location irraggiungibili, comparire sullo stesso palcoscenico e nello stesso momento i Grandi della Moda e i negozi del ..
01/01/2019
 | ARTE, MODA, PEOPLE
Tra le interviste che hanno accompagnato i tanti omaggi all’anniversario di Flavio Lucchini pubblichiamo uno estratto di quella pubblicata su Domus, che ripercorre in sintesi la sua storia professionale.Lei è stato uno dei personaggi più influenti dell’editoria di moda degli anni 60/70/80. Come (e quando) ha scoperto la sua vocazione per la moda? Come dice Giorgio Armani, non sono nato con la vocazione della moda come accade a molti giovani fin da piccoli. Alle elementari ero bravo in disegno. Al liceo scientifico volevo decisamente fare l’artista. La moda è arrivata lavorandoDopo gli studi di Architettura a Venezia e Arte a Brera ha scelto di dedicarsi all’editoria di moda. È a Milano, dove mi ero trasferito nei primi anni cinquanta passando al Politecnico e frequentando anche l’Accademia di Brera, che iniziai la mia esper..
01/01/2019
 | LOCATION, MODA
Un autunno effervescente negli studi fotografici Superstudio 13, tra nuove campagne internazionali, lanci mondiali prodotto e set blindati con inaccessibili celebrity. Cosmopolitan ha scattato qui la sua copertina di Ottobre con la modella curvy Iskra Lawrence (nella foto), attivista del #bodypositive, regina di Instagram (4,2 milioni di follower) e motivatrice dei Ted Talk. Rita Ora è una habitué dei nostri studi, ha posato sempre per Cosmopolitan, per poi scappare sul palco di XFactor dove era attesa come guest star internazionale. La fashion week ha visto invece protagonista lo showroom internazionale multibrand Tomorrow, un piccolo miracolo a management italiano diffuso anche a Londra, Hong Kong, Parigi e New York, una piattaforma di vendita, consulenza, servizi finanziari e di comunicazione per brand consolidati ma anche emergenti...
01/12/2018
 | EVENTI, MODA
Alla grande fiera di novembre China International Import Expo (CIIE) presso il National Exhibition and Convention Center di Shanghai, sviluppata dal Ministero del Commercio cinese e dal Governo della municipalità, il Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio rappresentava l’Italia, accompagnato da centosettanta aziende italiane. Accanto al Ministro, nella foto, Brenda Bellei Bizzi, amministratore delegato di M.Seventy e anima della importante fiera di moda contemporanea White Show, che ha sede al Superstudio ed è protagonista delle design week milanesi.
01/11/2018
 | MODA, PEOPLE
Le celebritiy in visita al Superstudio 13 non fanno più notizia perché ogni giorno circolano nelle sale personaggi illustri della moda, del design, dell’arte, dell’industria, dell’economia, dello spettacolo, dello sport. Eccone alcuni che sono stati con noi nell’ultima stagione: Stella Maxwell e Hiandra Martinez, Versace Resort 2019, foto Lea Colombo. Manuel Agnelli e gli Afterhours per Rolling Stone, foto Fabio Leidi. Chiara Ferragni per Marie Claire Spain, foto Gianluca Fontana. Patrick Cutrone per Icon, foto Christophe Meimoon. Chloe Grace Moretz in Fendi per L’Officiel Paris, foto Wulff Myro. Beatrice Vendramin per Gioia Magazine, foto Andrea Gandini. Cate Blanchett, abiti Armani per Vogue Italia, foto Tom Munro. Paola Egonu, video e foto Red Bull. Alessandro Cattelan, presentazione nuovo hit single Street Clerk.
01/11/2018
 | ARTE, EVENTI, MODA
I 90 anni di Flavio Lucchini e il suo lungo percorso nella moda come creatore delle più importanti testate, art director, editore, artista. Alla Triennale di Milano una notte dedicata al compleanno di Lucchini, “Ricomincio da 90”, celebra la fecondità e la continua attenzione creativa di un innovatore che ha lasciato il segno nel mondo della moda a Milano. Sabato 27 ottobre 2018 dalle 21 si festeggia con un evento privato nel Salone d’Onore con il filmato LA MODA IN ALTRO MODO (progetto di Gisella Borioli, con il contributo di Oliviero Toscani e Giovanni Gastel, regia di Giovanni Gastel) e la presentazione del libro-autobiografia IL DESTINO - dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda (e non sono uno stilista) alla presenza di testimonial famosi. A fare gli onori di casa Stefano Boeri, Presidente della Triennale, accanto a ..
01/10/2018
 | ARTE, DESIGN, MODA
Se Milano è diventata il primo esempio di città dove la moda ne determina il carattere, il design è un fenomeno globale, la creatività parla le lingue del mondo, il tessuto urbano è punteggiato di temporary-location e il Fuorisalone è diventato un modello imitato da molte capitali, forse il merito è anche un po’ del destino, oltre che dei suoi illuminati pionieri. Questo almeno è quello che sostiene Flavio Lucchini, fondatore e presidente di Superstudio Group, ma anche editore ed artista, protagonista della Milano creativa fin dal 1960, le cui scelte di ieri hanno molto contribuito alla Milano di oggi. Questo è quello che Lucchini in veste di autore racconta nel suo ultimo libro IL DESTINO - dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda (e non sono uno stilista), un percorso in prima persona attraverso gli anni d’oro dell..
21/06/2018
 | ARTE, MODA, PEOPLE
Non era certamente facile ricostruire l’epopea Fiorucci, che tanto ha inciso sul gusto delle nuove generazioni, a pochi anni dalla morte ma a moltissimi dalle vicissitudini che l’hanno allontanato dalla sua creatura, privandolo persino del nome. La mostra "Epoca Fiorucci", aperta a Ca’ Pesaro a Venezia fino al 6 gennaio, ricuce in un certo senso il passato al presente, andando alle radici del fenomeno a partire dalla filosofia dei negozi, vera vetrina del suo stile. In questi ambienti si scontravano il suo mondo e le sue passioni: la moda all’avanguardia dalla swinging London in poi, il design post-moderno con il contributo di grandi innovatori come Sottsass, Mendini, Branzi, De Lucchi, l’arte pop e street con gli interventi di artisti del calibro di Keith Haring, Jean-Michel Basquiat, Andy Warhol. Gli arredi originali del nego..
01/01/2018
 | ARTE, EVENTI, MODA
Se la mostra voluta da Oroblù, leader della moda intima e della calzetteria, ha voluto celebrare i suoi trent’anni con la collaborazione tra Giovanni Gastel e Flavio Lucchini sfociata in una mostra che unisce i magici clic del fotografo alle suggestioni trasmesse dalle opere dell’artista, da poco conclusa in MyOwnGallery, è a un libro curato da Gisella Borioli che Oroblù delega il compito di fissare per sempre il magico incontro e dire grazie a tutti quelli che hanno contribuito e partecipato al successo dell’azienda e dell’evento. “Inspiration” è una pubblicazione preziosa dalla copertina dorata, in edizione limitata, presentata in un cofanetto, che segna il nuovo percorso di Oroblù verso un palpabile rinnovamento e collocamento nella fascia più alta e più ambita del mercato. Con le opere di Lucchini anche citazioni di..
1983. Trent’anni fa nasceva Superstudio13. Un concetto nuovo, per il mondo della fotografia: studi fotografici, 13, attrezzati di tutto punto, pronti per accoglie-re i professionisti dell’immagine con un’organizzazione clinica, capillare, affida-bile che creasse l’ambiente adatto a creare. 13 spazi piccoli e grandi, dove con la luce si poteva inventare tutto, dove un fotografo si sentiva a casa sua, come nel suo studio anche a 3000 chilometri di distanza dal suo paese. Una cittadella che intersecava creatività, funzione, sperimentazione e alchimia tra fotografi, modelle, stilisti, registi, parrucchieri e truccatori, artisti e così via. Per l’epoca una vera rivoluzione: specie nel modo di concepire il lavoro fotografico per il committente, rivista o pubblicità che fosse. Questa idea nuova, sfidante e vincente viene a due perso..
01/12/2013
 | MODA, PEOPLE

È entrato ragazzino, nel 1983, e fin dai primi giorni, con passione, con tenacia, ha costruito la sua professionalità. Da tempo Danilo Pasqua dirige Superstudio 13 ed è punto di riferimento dei grandi come dei giovani fotografi. La sua competenza si è formata sul campo, la sua esperienza accumula ricordi preziosi.

Chi era Danilo Pasqua quando è entrato al Superstudio? 
Un ventenne pieno di speranze con tantissima volontà e con una smisurata passione per la fotografia.

30 anni in prima linea. Il ricordo più bello? 
Ho molti ricordi, tutti belli e pochissimi negativi, ma quello che ancora oggi ricordo con molta emozione è aver conosciuto Irving Penn, per me il più grande maestro ...

DESIGN
ARTE
MODA
EVENTI
PEOPLE
INNOVAZIONE
TENDENZE
LOCATION
DUBAI
EDITORIALI
SUPERDESIGNVIEW
FOTOGRAFIA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA