IT | EN

Articoli in ‘Innovazione’
04/09/2020
 | INNOVAZIONE

Tessuti che respirano, pitture che purificano l’aria, piastrelle che uccidono i batteri, polimeri riciclabili, vetri che si riparano da soli, bikini che puliscono il mare, gomme che generano energia, stoffe che si illuminano e altre che regolano la temperatura del corpo, ecoplastiche “circolari” derivate da bucce d’arancia o di pomodoro…l’infinita ricerca di nuovi materiali dalle impensabili performance sembra la chiave di ogni innovazione. Al punto che, per un filo diretto con gli operatori, è nato in America nel 1997 il network internazionale Material ConneXion con la sua ricchissima library. Arrivato in Italia ha dato vita anche a un “Materials Village” durante la Milano Design Week per le cinque ultime edizioni al Superstudio. Ce ne parla Emilio Genovesi, Ceo di Materially e, prima, di Material ConneXion Italia.

Material ConneXion, con la sua library di materiali, con le sue presentazioni prima alla Triennale e poi al Superstudio, ha rappresentato anche in Italia uno step importante nella conoscenza e nella valorizzazione dei materiali per l’architettura e il design. Come si è inserito nel circuito del Salone e del Fuorisalone?
La mission di Material ConneXion tradizionalmente è sempre stata quella di suggerire nuove e originali soluzioni di materiali ai produttori di prodotti o progettisti di architetture. Ovviamente fare ciò ha sempre portato ad una stretta relazione con i produttori di materiali soprattutto quelli portatori di soluzioni innovative...

03/06/2020
 | INNOVAZIONE

New entry al Superstudio Più. Nello spazio First Floor, un open space di 700 mq tutto a vetri con affaccio sul giardino e su via Tortona, approda Wave&co azienda leader nella vendita, installazione e riparazione di schermi led ad altissima tecnologia. Manuel Maccioni è il giovane imprenditore che ha portato al successo in Italia e all’estero l’innovazione di questi strumenti, oggi divenuti indispensabili elementi per la comunicazione visiva e il mondo degli eventi, reali o virtuali che siano.

“L’ambito di cui mi occupo è quello della tecnologia led sempre all’avanguardia e in costante cambiamento, in grado di creare dei progetti dall’impatto visivo stupefacente, grazie ad un elemento delicatissimo come quello di un pixel. Si tratta di una manifestazione evidente di come, se si ha cura di ogni piccolo ingranaggio del meccanismo, si riesca a creare qualcosa di inimmaginabile.
Questo tipo di tecnologia viene soprattutto utilizzata per far vivere esperienze completamente immersive e coinvolgenti, affinchè la comunicazione divenga protagonista del contesto.
A questo proposito sono orgoglioso della partnership virtuosa che si è venuta ad instaurare con  Superstudio e che si concrettizza in due progetti innovativi e in cui credo fortemente.

12/05/2020
 | EVENTI, INNOVAZIONE

Eventi ibridi, eventi digitali, nuovi comportamenti per la gestione di convegni. Sono questi i temi di cui agenzie, location, organizzatori, creativi del mondo degli eventi si occupano con ritrovato entusiasmo. E che possono rinnovare la comunicazione live. Superstudio è già pronto con il suo progetto GoLive.

Il bisogno di socialità è insito negli esseri umani, l’importanza di incontrarsi, partecipare ad eventi aggregativi, conoscersi, confrontarsi è imprescindibile. La direzione verso la quale Superstudio si sta muovendo è quella di soddisfare queste necessità non solo garantendo l’adozione di opportuni accorgimenti igienico sanitari ma anche esplorando nuovi scenari basati sull’utilizzo delle tecnologie web e digitali. Nasce così il progetto GoLive che propone negli spazi di Superstudio Più un set televisivo pronto all’uso, professionale ed adattabile alle più svariate esigenze. L’allestimento della sala prevede un palco di 24x3 mt, un grande schermo led 24x5,5 mt passo 2.6 mm e una postazione regia. La capienza è di circa 300 persone (con distanza di sicurezza minima garantita a 1 mt). L’impianto professionale audio/luci è a cura del dipartimento di produzione e può essere adattato a vari scenari: talk show, sfilate, show cooking, convegni, lancio prodotti, conferenze stampa, live streaming, webcasting, spot televisivi… 

06/05/2020
 | INNOVAZIONE

Fervono i preparativi delle sale di Superstudio per poter ospitare eventi virtuali o virtualizzabili. Sarà questo infatti il futuro di convention, presentazioni e sfilate per allargare l’audience on line a fronte di una riduzione delle presenze fisiche nelle location. O per rendere l’evento reale ancora più wow grazie alla tecnologia di supporto con schermi Led sempre più performanti. Come quelli di Wave&Co.

In queste settimane di sospensione degli eventi, Superstudio ha continuato a mettere a disposizione le sue sale per video e shooting.
Tra le ultime produzioni ospitate, quella di Wave&Co, azienda italiana di vendita, noleggio, installazione e creazione di contenuti per ledwall, ha portato nei nostri spazi una delle ultime novità nel mondo della elettroluminescenza.
La tecnologia, indiscussa protagonista delle nuove abitudini di questi giorni, sta conoscendo una forte accelerazione e anche il mondo degli schermi led per soluzioni indoor e outdoor sta facendo passi in avanti. Il nuovo prodotto presentato da Wave&Co, sullo sfondo delle sale di Superstudio, è la nuova serie di schermi led componibili per soluzioni indoor...

05/05/2020
 | INNOVAZIONE

Difficile immaginare oggi le manifestazioni che fino ieri riunivano un grande numero di persone in una atmosfera animata e effervescente fatta anche di scambi, di saluti, di abbracci, di condivisione, di esperienze comuni, fosse per business per informazione o per piacere. Gli eventi e le fiere dovranno per forza cambiare. Diventerà obbligatoria l’integrazione tra reale e virtuale. E la fiducia.

La nuova parola d’ordine è “distanziamento sociale”. Ma quello a cui dovremmo puntare è un distanziamento fisico unito a una prossimità sociale. È, questo, un nodo fondamentale soprattutto per le attività di non prima necessità. Quelle, cioè, a cui la gente decide di prendere parte inseguendo un piacere personale, un desiderio di appartenenza e partecipazione. Ovviamente il digitale ci supporta in parte. Ma dobbiamo elaborare proposte ibride “reali-virtuali” che ci consentano di tornare anche fisicamente negli spazi non funzionali ma utili e necessari per stare bene. Quelli della cultura, del commercio e anche gli ambienti fieristici, che sono fatti di desiderio di vedere, toccare, capire, condividere...

29/04/2020
 | INNOVAZIONE

L’anno scorso, al Superdesign Show, l’evento del Superstudio per la Design Week, ho curato la mostra di sculture immateriali ma reali di Flavio Lucchini, un'esperienza magica e spiazzante realizzata con l’azienda Sense - immaterial Reality di Alvise Braga Illa, fondatore della società di software TXT e-solutions e di Sense - immaterial Realty. Un innovatore capace di percorrere strade nuove che si è mosso tra i primi nel portare la Realtà Immateriale dove poteva soddisfare nuove funzioni. A lui tre domande per capire cosa ci aspetta domani. 

ll boom delle esperienze virtuali cui ci ha messo di fronte l’isolamento del coronavirus ha reso ancora più attuali le sperimentazioni e le applicazioni di tecnologie che ci permettano di superare la fisicità per sostituirla con presenze immateriali altrettanto emozionanti di quelle vissute in prima persona, anche se attraverso una nuova dimensione. Tanto più vero e necessario quando il lavoro si svolge in smart-working e le scelte e gli acquisti non permettono di essere in loco, come accade con la moda, l’arte, il design. 

04/01/2020
 | INNOVAZIONE, LOCATION
Un grande orologio digitale segna giorni ore minuti e secondi che ci separano dall’apertura della terza location di Superstudio, Superstudio Maxi, con la sala espositiva privata più grande della città. Un luogo iconico, nella prima periferia subito al di là dei Navigli, nella bella zona che ospita importanti università come Iulm, Naba, Domus Academy e prestigiosi edifici che rendono ancora più desiderabile l’area circondata dal verde delle vie Santander, Del Bon, Moncucco e firmati dai grandi studi di architettura come il Parallelo di Mario Cuccinella, The Sign-CMR di Massimo Roj, l’ampliamento dello Iulm con la torre dello studio 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo. Il rinnovamento del palazzo di Gio Ponti in via Famagosta di Studio Prisma. Il tempo scorre veloce mentre la ristrutturazione dell’edificio dotato di tutti gli ..
03/01/2020
 | EVENTI, INNOVAZIONE, PEOPLE
Il nuovo centro è in periferia. “In questi anni Milano ha visto allargarsi sempre di più il centro, e tanti quartieri una volta considerati periferia si sentono parte della trasformazione di Milano. Abbiamo la fortuna di vivere in una città che non è enorme, si può anche percorrere a piedi. La collaborazione che c’è sempre stata tra mondo delle istituzioni e dell’impresa consente a molti di partecipare ai cambiamenti. Con la storia di Superstudio la direzione è palese, pensiamo a come si sono trasformati i quartieri che ha contribuito a far evolvere Superstudio. La sfida di Barona e Moncucco forse è il coronamento di questo tipo di discorso perché è un quartiere che sta già cambiando e cambierà ancora di più grazie a Superstudio Maxi, anche perché rivolge un pensiero alle giovani generazioni. Questi sono gli stessi obi..
03/01/2020
 | EVENTI, INNOVAZIONE, PEOPLE
L'importanza del dialogo tra pubblico e privato. “I miei ringraziamenti a Superstudio per aver condiviso con il Comune questa nuova scelta di rischio imprenditoriale e di coraggio. È la continuazione e l’allargamento di una storia unica ricordando che Superstudio ha per primo investito in un’area ex-industriale, dismessa, attirando nuove competenze e disseminando una esperienza virale come il Fuorisalone. Con il raggiungimento del successo questa storia non si è fermata, come spesso succede. L’allargamento del distretto Tortona verso Famagosta è un riconoscimento e una condivisione di quanto sta facendo il Comune di Milano verso le periferie. Grazie a Gisella non si sono seduti e oggi l’ingresso di Tommaso è la dimostrazione di come si possa passare il testimone alla generazione successiva. Mi piace ricordare che quando..
23/12/2019
 | INNOVAZIONE, LOCATION
Quante volte succede un black-out di zona, un guasto improvviso, un temporale tropicale come sempre più spesso ne capitano a Milano, un errore di connessione sulla rete che fanno saltare la corrente durante un evento o, peggio, una diretta televisiva? Raramente, per fortuna. Ma quei pochi o tanti minuti di buio possono causare inquantificabili e irreparabili danni. Nel continuare con l’up-grade e le migliorie Superstudio Più segnala una importante novità: a partire da settembre 2019 la grande venue di via Tortona 27 sarà dotata di un generatore di emergenza che alimenterà gli spazi per eventi ed eliminerà tutti i rischi connessi ai cali di tensione e all’assenza di elettricità. Il maggiore consumo di energia e il conseguente aumento delle interruzioni delle forniture rendono infatti urgente prevedere un sistema di backup c..
05/11/2019
 | EVENTI, INNOVAZIONE
L’industria mondiale del digital design è in continua crescita e assorbe costanti innovazioni in simbiosi con le nuove tecnologie. Di fronte ad una tale varietà di aspirazioni ed interazioni, il nostro modo di apprendere, di conoscere e di comunicare è stato plasmato e così l’approccio alla realtà, oggi sempre più ‘open-source’ e cooperativo. L’evento Digital Design Days vuole indagare proprio questo panorama offrendo un’esperienza unica di ricerca e ispirazione, in un evento di tre giorni capace di riunire migliaia di professionisti da tutto il mondo. Il Superstudio Più si trasforma, così, nella casa di alcune delle menti più creative e brillanti del settore, accogliendo innovativi brand internazionali impegnati a far crescere il business attraverso il design digitale. 50 speakers, storytellers visionari e pensatori ..
01/10/2019
 | EDITORIALE, INNOVAZIONE
In questo nostro mondo liquido, anzi gassoso, in cui le discipline, le professioni, le visioni si intersecano l’un l’altre, creando nuovi mestieri ancora difficili da inquadrare e definire, la digitalizzazione, la robotizzazione, l’intelligenza artificiale, la realtà aumentata, la smaterializzazione, le tecnologie avanzate e altre forme estreme definite dagli algoritmi e altre diavolerie, diventano le chiavi per entrare nel futuro dove tutto si mischia, si contamina, si rigenera. Le generazioni che convivono e producono si interrogano: dove andremo a finire? Illuminante la posizione del sociologo Francesco Morace presidente dell’istituto di ricerca Future Concept Lab e ideatore del Festival della Crescita: “Per combinare nel modo migliore cultura del progetto e commercio 5.0– è necessario elaborare un nuovo senso dell’impr..
12/07/2019
 | INNOVAZIONE, MODA
È stata la novità più dirompente delle ultime due stagioni Moda Uomo, il White Street Market di scena al Superstudio Più con un cocktail unico di moda, street style, sportwear, cultura urbana, coscienza ambientale, street art, eventi, talk, video e installazioni che hanno toccato il tema del riciclo della plastica. La ricetta di Max Bizzi founder di WHITE è innovativa e coraggiosa: non solo grandi brand ed aziende, non solo il consueto impegno ad attrarre i più importanti buyer internazionali, ma un villaggio fashion che fa della Sostenibilità la vera essenza di ogni progetto presentato. “Buy less, choose well, make it last” ovvero “compra meno, scegli meglio e fallo durare” il manifesto di Vivienne Westwood, special guest dell’ultima edizione. “Siamo all’inizio di un cammino che porterà al rinnovamento della..
02/06/2019
 | INNOVAZIONE, PEOPLE
Con tre domande ad Alvise Braga Illa, fondatore e presidente della società TXT e-solutions e della start-up Sense-immaterial Reality, scopriamo come le nuove tecnologie porteranno più bellezza intorno a noi. Design, moda, arte, digitalizzazione e innovazione. In che modo questi elementi possono/devono dialogare tra di loro? I confini fra arte, design, moda, tecnologia, in tutte le loro forme e per tutti i gusti e le culture, continueranno ad attenuarsi fino a scomparire. Ci si può opporre a queste trasformazioni? Certamente no, il nuovo mare si deve navigare, con coraggio, ma anche con perizia e creatività. Cosa cambierà nei prossimi dieci o vent’anni? Penso che finiranno le forme più estreme del “produco in eccesso, vendo a “price points” decrescenti, colloco il residuo su canali alternativi e distruggo l'invendibil..
01/06/2019
 | ARTE, INNOVAZIONE, LOCATION
Un progetto ambizioso quello di CLEVERCities: promuovere e creare tra oggi e il 2023 infrastrutture verdi e soluzioni naturalistiche innovative. Superstudio è stato precursore dei tempi e nel 2014 ha ospitato sul Roof il primo Orto urbano di grandi dimensioni a Milano, un progetto green a cura della Fondazione Pistoletto, con l'installazione permanente “Terzo Paradiso” del famoso artista. Il progetto è poi continuato in occasione di Expo2015 con la prima risaia sul tetto a cura dell'associazione Coltivare la Città. Il Roof Tour promosso da CLEVERCities si conclude proprio al Superstudio: il 14 di giugno visita guidata dalle ore 17.00 a cura di Ambiente Italia in collaborazione con ROOFmatters e l’Ordine degli Architetti di Milano. Info: areart@superstudiogroup.com
01/06/2019
 | INNOVAZIONE
Prendersi cura del nostro pianeta. Per il Superstudio questa è una priorità alla base di molte scelte aziendali che hanno segnato le innovazioni dell’anno. 100% energia rinnovabile: dato il grande consumo passare dall’energia tradizionale alle rinnovabili ha regalato un impatto ecologico sull’ambiente decisamente migliorato. La climatizzazione intelligente: negli spazi grandi e industriali il riscaldamento è una delle voci più pesanti in termini di costi ma soprattutto di inquinamento. Il nuovo sistema digitale appena installato permette invece di regolare la temperatura nei vari locali a seconda di cosa vi è ospitato, con un notevole risparmio. Sul tetto un orto urbano: se a Tokyo avere un giardino sul roof è obbligo di legge, in una città con tanto cemento come la nostra Milano non è abitudine diffusa. Fin dal 2014 abbiamo..
01/06/2019
 | INNOVAZIONE, PEOPLE

L'intervista a Paola Antonelli.

È la più famosa, stimata e ricercata. È la curatrice del Dipartimento Architettura e Design MoMa di New York, dove è approdata giovanissima rispondendo a una inserzione sul giornale, ma anche della mostra Broken Nature alla Triennale di Milano che mette il dito nella piaga del disastro ambientale. Gisella Borioli l’ha incontrata in occasione del Lexus International Design Award. 

La tua storia professionale è emblematica, soprattutto rispetto all’Italia. L’America è sempre l’America? 
Direi invece che New York è sempre New York. ll MoMa è stato un punto di partenza eccezionale. Se fai qualcosa al MoMa lo vedono tutti. Ci sono tanti curatori eccezionali al mondo che non hanno la visibilità e le possibilità che ho io. Ma le cose stanno cambiando. Ci sono tante Biennali, Triennali, Design Week che stanno prendendo piede, a Indiana, Istanbul, Pechino per esempio. I curatori cercano il nuovo. Niente di meglio che avere la possibilità di scoprire altre città....

C’è un sottile filo conduttore, nel Superdesign Show 2019, a legare proposte e ricerche che sono alla base del design-thinking oggi. In questi ultimi anni di bulimia creativa molti eccessi ci hanno portato lontano e fatto dimenticare lezioni dei grandi maestri, culture parte del nostro DNA, tradizioni irrinunciabili, rischi e paure ambientali con cui tutti, da ora in poi, dobbiamo fare i conti. Su un altro fronte il cambiamento estetico non si ferma, si nutre di stimoli invisibili, accoglie segnali criptati, distrugge e inventa tendenze, interferisce con i desideri, crea nuovi modelli di consumo. Su un terzo fronte si muove con massima accelerazione la tecnologia che rivoluziona la nostra stessa vita ma è sempre più human-tech. Innovation&Tradition è il tema di questa edizione di Superdesign Show, e nasce dalla consapevolezza de..
01/04/2019
 | ARTE, INNOVAZIONE

Con il Giappone nel cuore, non potevamo non visitare il nuovo e spettacolare Digital Art Museum: teamLab Borderless. Realizzato dal collettivo giapponese teamLab che include architetti, ingegneri, matematici, artisti e musicisti, situato sull’isola artificiale tecnologica di Odaiba a Tokyo, il museo incanta per la capacità di coniugare arte figurativa e tecnologie di realtà virtuale. 
Non ci sono opere d’arte da ammirare, si è immersi nell’opera d’arte e si interagisce con essa all’interno di cascate luminose, distese di rose che si trasformano in girasoli e farfalle, animali mutanti, foreste di lampade incantate, alberi da scalare, paesaggi marini, sinfonie di futuristici led. 
Non semplici proiezioni ma scenari unici sempre diversi che provocano una emozione continua. E ancora laboratori per bambini e una tea house dove bere il tè come Alice nel paese delle meraviglie.

www.teamlab.art


01/04/2019
 | DESIGN, EVENTI, INNOVAZIONE
Alla sua terza edizione, Smart City è sempre più partecipata e destinata a crescere nel tempo. E il fatto che sia cominciata il 13 marzo con la Digital week, con la presenza dell’Assessore Roberta Cocco, ha un significato preciso. “È l’informatica dal volto umano, che comunica con il design” spiega Emilio Genovesi Ceo di Material ConneXion Italia e ideatore, con il presidente Rodrigo Rodriquez, della mostra. La tecnologia deve sapere dialogare con l’uomo e Smart City è una riflessione sui temi del futuro, su come vivere le aree metropolitane. Ma non vuole proporre un esempio di città sostenibile come esistono già in diversi Paesi, ma vuole indicare una “via latina” alla smart city. E cioè una città che si adatta al cambiamento, ma proprio come il design italiano si è adattato ai tempi, oltre a essere funzionale, dev..
01/12/2018
 | EVENTI, INNOVAZIONE
Sì è appena conclusa una stagione di eventi memorabili, al Superstudio Più, che ha visto i grandi player della tecnologia, della cultura e della economia internazionali alternarsi nelle grandi sale con la presentazione dei loro prossimi obiettivi. La conferma, ancora una volta, che questa location è ormai il polo indiscusso di Milano per il prestigio, la qualità, l’interesse che può offrire ai suoi eventi. Dopo Smart City, esposizione e conferenze sul tema della città del futuro organizzato da Material ConneXion con il Comune di Milano per un mese intero, segnaliamo tra gli altri la presentazione di Iliad, nuova compagnia telefonica francese arrivata in Italia con una offerta low-cost capace di rivoluzionare il mercato. Poi Xiaomi, società cinese diventata in pochi anni il terzo produttore di dispositivi della telefonia mobile, ..
01/11/2017
 | DESIGN, INNOVAZIONE
Grande interesse ha suscitato la prima mostra interattiva/spazio culturale “New Materials for a Smart City”, organizzata da Material ConneXion in collaborazione con il Comune di Milano e Superstudio durante la passata Design Week. Una mostra che raccontava con prodotti, progetti, simulazioni e parole tutte le invenzioni che esistono o esisteranno a breve per rendere le nostre città più intelligenti e i cittadini più felici. Grazie a iperconnessioni, tecnologie avanzate, intelligenze artificiali, realtà aumentate, trasmissioni dati, assistenti virtuali e altre straordinarie performance Milano (ma non solo) si avvia a essere un campo di sperimentazione urbana che aumenta performance, sicurezza, qualità dei servizi civici, rapporti interculturali. È in preparazione la seconda edizione, pronta a raccogliere sfide e proposte dell’u..
01/06/2017
 | INNOVAZIONE, LOCATION
Il bello è utile Anche quest’anno abbiamo avviato la riverniciatura del pavimento di alcune sale. Il pavimento originale dell’edificio, infatti, che in origine era formato da piccole piastrelle industriali, è stato nel tempo rinnovato da una speciale vernice da pavimentazione esterna, industriale, che richiede una manutenzione costante. In attesa finalmente di sostituire la pavimentazione a piastrelle con una più moderna resina - intervento previsto nei prossimi 12 mesi - abbiamo restituito al luminoso pavimento grigio perla la sua uniformità. Inoltre, nell’eseguire la cablatura al soffitto sono stati rimossi 400 Kg di cavi elettrici, ormai superflui, che hanno aggiunto pulizia alle sale: ora lo spazio per cablare in elevazione è tutto disponibile.Arriva la banda! È stato il nostro primo obiettivo fin dalla nascita di Superstu..
01/06/2017
 | DUBAI, INNOVAZIONE
Non c’è dubbio che il più effervescente degli Emirati sia un laboratorio di futuro dove tutte le sfide, le tendenze, le visioni diventano realtà. Pochi visitatori, al di là dei grattacieli avveniristici, agli insediamenti urbani ipertecnologici e spettacolari, alle isole e “palme” artificiali, ne conoscono i progetti più “soft” ma non per questo meno audaci, a misura d’uomo, con un occhio all’arte e l’altro al recupero e alla sostenibilità. Molto interessante è in questo senso l’area di Alserkal Avenue, nel district industriale di Al Quoz, un quadrilatero di vecchi magazzini di pannelli di lamiera utilizzati nel tempo per ricoverare materiali e strutture necessarie alla costruzione della città. Grazie all’illuminato intervento della famiglia Alserkal, che negli ultimi dieci anni ha immaginato e realizzato un pi..
01/04/2014
 | DESIGN, EDITORIALE, INNOVAZIONE
La babele dei linguaggi artistici, il crossing delle discipline, l’interfacciarsi della tecnologia con l’estetica, l’apertura di nuovi mercati, nuove tecniche di produzione, nuovi canali di vendita, nuovi metodi di lavoro, nuovi vivai di creativi, ha completamente sconvolto, in pochi anni, il panorama del design mondiale, il modo stesso di pensare, realizzare, comunicare, diffondere gli oggetti che, cambiando la nostra casa o il nostro luogo di lavoro, cambiano la nostra vita. Basti pensare alle rivoluzioni insite nell’e-commerce, nelle stampanti in 3D, nel co-working, nelle self-production, nell’eco-pensiero, nell’art-design, nelle limited-edition, nel ri-uso, nei nuovi paesi trasformatisi da produttori per terzi a creatori di idee, nella self-communication via web, facebook, pinterest, instagram e via cliccando, per compr..
01/04/2014
 | ARTE, INNOVAZIONE, LOCATION
Straordinario progetto che unisce ecologia, architettura, nutrimento, design, arte, SuperOrtoPiù, è un grande orto urbano di 750 mq, progettato da Michelangelo Pistoletto-cittadellarte, sul Roof di Superstudio Più. L’installazione sarà funzionante in maniera permanente anche durante tutto il periodo dell’Expo 2015. Coltivare la Città, è la condizione necessaria per tornare a vivere felici in comunità che integrano nel tessuto urbano l’agricoltura. Il Terzo Paradiso, il segno creato dall’artista per promuovere l’incontro tra natura e attività umane, che domina l’installazione, è diventato un simbolo di rigenerazione dei luoghi e dei territori che lo ospitano. L’evento, curato da Fortunato D’Amico, in collaborazione con N.O.V.A. Civitas e AIAPP sezione Piemonte e Valle d’Aosta, ospita installazioni di artisti, mos..
DESIGN
ARTE
MODA
EVENTI
PEOPLE
INNOVAZIONE
TENDENZE
LOCATION
DUBAI
EDITORIALI
SUPERDESIGNVIEW
FOTOGRAFIA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA