IT | EN

Articoli in ‘Arte’
31/10/2020
 | ARTE, DESIGN

Si conclude il primo progetto che Superstudio dedica alla creatività femminile NELLE MANI DELLE DONNE, fortemente voluto da Gisella Borioli. Per oltre un mese la mostra ha ospitato 13 artiste e designer di talento, confermandosi tra gli appuntamenti top di Milano Design City e Interni Designers Week.

Più di 1600 visitatori e oltre 100 uscite stampa e TV, tra cui RAI Tg1 e RAI Tg3 con un servizio dedicato, Corriere della Sera nazionale con pezzo di Silvia Nani, La Repubblica, Il Giorno, Interni, ELLE Decor…

21/09/2020
 | ARTE, DESIGN

Nell’ex-stamperia di via Assab, a Milano, dove un tempo si stampavano libri, cataloghi d’arte e enciclopedie, continua l’esplorazione del mondo dell’arte attraverso i molti linguaggi in cui oggi si esprime, grazie alla passione di Elena Quarestani e del suo team di collaboratori sempre aperto a nuovi contributi. Segnaliamo la nuova mostra a tre voci 1+1+1/2020 visitabile fino al 24 novembre.

Per il quarto appuntamento con 1+1+1 ad Assab One, torna il confronto tra espressioni artistiche diverse, su progetto di Elena Quarestani con la curatela di Federica Sala. Un appuntamento fuori dai circuiti, dalle regole, dal mercato che offre tuttavia uno scorcio di ricerche importanti che invitano a riflettere e un angolo della vecchia Milano che si nutre inaspettatamente d’arte. Uno spazio indipendente e una associazione no-profit che si muove per il puro piacere dell’arte, tra i primi ad aprire dopo la crisi più acuta della pandemia...

16/09/2020
 | ARTE, DESIGN
15/09/2020
 | ARTE, DESIGN
07/09/2020
 | ARTE, DESIGN

Parte in MyOwnGallery il primo dei progetti dedicati alla creatività femminile tra arte, design, architettura e artigianato, che vedrà il suo apice durante la Design Week di Aprile con un padiglione interamente dedicato.

“Nelle Mani delle Donne” - titolo che è tutto un programma - si propone di indagare, con leggerezza, con attenzione, con ironia, con lungimiranza, nel mondo della creatività e comincia con due piccole ma significative mostre in MyOwnGallery, la galleria di Superstudio sempre aperta alle sfide, alle tendenze, ai nuovi linguaggi. Artiste e architette affermate e giovani creative si raccontano con il loro lavoro e un talk nelle serate dedicate nell’arco del tempo dell’esposizione...

04/08/2020
 | ARTE

Una originale iniziativa di Oblong, la galleria recentemente aperta a Forte dei Marmi e a Dubai come ponte tra Italia e Medio Oriente, ha chiesto a dieci degli artisti rappresentati, tra cui Flavio Lucchini, di realizzare appositamente un’opera unica misura "Trenta per Trenta" che sia anche un pensiero tangibile su quello che il Covid-19 ci ha lasciato. Inaugurazione a Forte dei Marmi sabato 8 agosto.

La numerologia si dice sia infallibile. Il Tre un numero d’oro, sacro, che racchiude i poteri straordinari dell’energia, della creatività, della capacità di rigenerazione e crescita. E Tre sono i lati del triangolo, figura geometrica dai significati antichi, metafora dell’incontro fra Cielo, Terra e Uomo.
Dalla civiltà maya agli universi simbolici a noi più vicini, i riferimenti ricorrono frequenti e spesso ritornano analoghi, anche se in luoghi e contesti disparati.Occorre oggi legare tali sapienze antiche a una mostra d’arte contemporanea? Forse no. O forse sì, se si considerano l’arte e il gesto che la sottende portatori di valori intramontabili...

29/07/2020
 | ARTE

Tra i grandi artisti italiani che con le loro opere monumentali hanno raggiunto ambiti traguardi internazionali c’è certamente Maria Cristina Carlini, rara presenza femminile in un mondo maschile: lei tira fuori l’anima da ferro acciaio terra tronchi plasmando con le mani imponenti sculture ancestrali che dialogano per contrasto con la contemporaneità. La sua esperienza artistica parte negli anni 70 dalla California, lascia il segno in America, Asia, Europa, nelle piazze e nei musei, fino a che, con “La nuova città che sale”, diventa un simbolo dell’Expo di Milano. Al Superstudio, nel 2013 ha sperimentato l’interazione tra arte e design.  La sua ultima mostra “Geologie, memorie della terra” è fino all’8 settembre installata nell'ex chiesa di San Sisto a Milano dove si confronta con le opere di Francesco Messina. La “forza” di una donna delicata parla più di mille parole.

Quale la “forza" che ha permesso a una artista donna di affermarsi in un campo così presidiato dagli uomini come la scultura monumentale?
La “forza” risiede nella necessità di esprimermi, nel desiderio di creare un’opera d’arte, è un impulso che non posso ignorare e che il più delle volte mi conduce alla realizzazione di sculture monumentali...

28/07/2020
 | ARTE

Dopo la mostra in MyOwnGallery nel 2019 che segna il suo ritorno in Italia dopo 30 anni, l’artista coreano  Kim Seung Hwan sta progettando una grande installazione di sculture monumentali e una collezione di arredi che vedremo durante la Milano design Week 2021, al Superdesign Show che continua le sue sperimentazioni museum-like. Dal 22 di agosto invece una nuova personale a Udine.

Hai iniziato il tuo percorso artistico negli anni ’90, a Pietrasanta. Vinci il Premio della Critica durante la primissima edizione di MiArt. Come ti ha influenzato questo inizio tutto italiano?
Sono stato ispirato e influenzato dagli scultori italiani moderni. Lavorando nello studio di Pietrasanta ho incontrato diversi artisti italiani e internazionali e sono molto felice di aver avuto la possibilità di vedere delle straordinarie sculture in marmo. Mi sono anche emozionato nel pensare che Michelangelo ha lavorato nello stesso luogo dove ero io...

08/07/2020
 | ARTE

"La mia ricerca sull’abito femminile dai volumi generosi, è nata un po’ per gioco durante il periodo della quarantena, quando la parola “distanziamento fisico” veniva ripetuta più e più volte da ogni media. Il cercare nella bellezza qualcosa in grado di esorcizzare il momento di ansia collettiva e ovviamente anche personale è stata per me in qualche modo una forma di terapia… e di link in link mi sono in breve tempo trovata - devo dire inaspettatamente - una cartella zeppa di immagini, alcune conosciute altre scoperte o riscoperte. Le ho iniziate a riordinare per affinità, realizzando che l’abito voluminoso segna davvero una distanza fisica e psicologica, che può essere interpretata secondo precise chiavi di lettura..."  Ilaria Marelli

07/07/2020
 | ARTE
10/06/2020
 | ARTE

Due mostre in MyOwnGallery, la galleria di Superstudio in via Tortona 27 bis che presenta sotto il titolo unificante “FASHION SHOW di Flavio Lucchini” l’esperienza virtuale di UNREAL BUT REAL dove i suoi piccoli Toys diventano grandi Totem immateriali attraverso lo smartphone con la tecnologia di Sense. E le inedite sculture murali MADE IN ITALY della serie Dress Memory inneggiano alla bellezza della moda più preziosa e creativa. 
Una visita in galleria è anche l’occasione per scoprire, su appuntamento, l’imponente archivio di opere Flavio Lucchini, piccolo museo personale conservato in Undergallery nel Basement di Superstudio. Un viaggio in trent’anni di uno stupefacente dialogo tra arte e moda, con molti omaggi agli stilisti che hanno fatto il made in Italy. Con la possibilità di portarsi a casa un’opera di valore a un prezzo speciale, che verrà devoluto al sostegno dei più colpiti dalla pandemia...

08/06/2020
 | ARTE

E’ morta a metà maggio Nanda Vigo, artista della luce che ha collaborato con i più grandi artisti degli anni 60/70, lasciando il segno della sua forte personalità. L’ultima mostra a Palazzo Reale di Milano è stato un tardivo e nello stesso premonitore omaggio alla sua grandezza.

Ricordo una bella e vivace ragazza bionda che mentre mi affacciavo alle mie prime esperienze da redattrice prima ad Ottagono e poi a Vogue, nella seconda metà degli anni ’60 metteva a soqquadro la Milano più tradizionale portandovi con i suoi compagni di squadra, Piero Manzoni, Lucio Fontana, Enrico Castellani, e il grande Gio Ponti, il vento effervescente dell’avanguardia. E’ con Fiorucci, pioniere di tutte le cose nuove, che l’ho conosciuta, con un misto di soggezione e ammirazione. Era forte, ironica, battagliera, in anni in cui le donne facevano ancora fatica ad emergere in ambienti considerati maschili. Artista, designer, architetto? Ogni qualifica era per lei riduttiva.  L’ho ritrovata in Nanda Vigo Light Project, la bella mostra a Palazzo Reale a cura di Marco Meneguzzo (estate 2019), prima retrospettiva antologica finalmente dedicatale in Italia, dopo le più di quattrocento mostre nel mondo...

07/05/2020
 | ARTE

Nel mondo del postcovid-19 niente sarà più come prima, si dice. E certamente torneranno a galla miti e valori finora sopraffatti da personaggi e tendenze effimeri e spesso inconsistenti che occupano le copertine dei magazine e le pagine dei quotidiani. Una rivoluzione appena cominciata.

Abbiamo bisogno di competenza, di impegno, di qualità contro l’apparenza, la superficialità, l’improvvisazione, i supposti talenti da Talents Show. Abbiamo bisogno di persone che sappiano assumersi la responsabilità di portare il mondo verso un orizzonte salvifico, migliore. Di nuovi eroi che offuschino i falsi miti. Di meglio conoscere e apprezzare i medici, gli scienziati, i ricercatori, gli ingegneri, gli antropologi, i chimici, i fisici, gli architetti, gli urbanisti, gli informatici, gli artisti che possano portarci fuori dal guado e ridarci sicurezza...

22/04/2020
 | ARTE

Anche l’arte contro il terribile Covid-19. Artisti e gallerie offrono le loro opere per una raccolta fondi che unisce la bellezza alla generosità. Flavio Lucchini è fra di loro.

La bellezza salverà il mondo" scriveva Dostoevskij in un suo celebre romanzo, e mai come in questo momento di paura e incertezza i nostri occhi vorrebbero riempirsi di bellezza, che sia di un paesaggio naturale, di un viaggio esotico, di un’opera d’arte…
Emozioni che solo in parte il mondo virtuale può evocare.

Quando poi la voglia di bellezza si coniuga al desiderio di aiutare le forze in campo che lottano contro il virus che ha sconvolte le nostre vite, il connubio è perfetto. Come per l’iniziativa di Blindarte, galleria e casa d’aste con sede a Milano e a Napoli, che ha lanciato il progetto “ART to STOP COVID-19”, un’asta online dove è possibile acquistare a prezzi molto interessanti una ricca selezione di opere d’arte...

11/04/2020
 | ARTE

Oblong Contemporary Art Gallery è la nuova galleria d’arte contemporanea con sede a Forte dei Marmi e a Dubai aperta alla fine del 2019 dalle galleriste Paola Marucci e Emanuela Venturini. Visione internazionale, ponte tra Occidente e Medio Oriente, artisti di nome, opere di qualità. Tra gli artisti anche Flavio Lucchini, presidente di Superstudio Group, ma da trent’anni raffinato scultore. Per questa strana Pasqua di clausura vi giungano gli auguri degli amici per cui l’arte è ragione di vita.

Guarda il video: youtu.be/60TFsyiKCP8

15/01/2020
 | ARTE, PEOPLE
08/01/2020
 | ARTE, DUBAI

La metropoli del petrolio, dei grattacieli arditi, della finanza, dell’Expo, degli expatriat, del turismo sanitario, del deserto, del futuro e di cento altri luoghi comuni che spesso non toccano a fondo la verità nella sua interezza. 
Dubai, con Sharjah e Abu Dhabi, stanno crescendo anche come città d’arte, come punti nevralgici degli Emirati Arabi sensibili alla contemporanea creatività visual, con festival, mostre, musei, gallerie, centri espositivi, installazioni urbane, call internazionali per progetti pubblici e privati. L’arrivo nella capitale da Venezia di Ida Zilio Grandi nel ruolo di direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, l’apertura di Oblong Contemporary Gallery sull’isola Bluewaters con Paola Marucci, Emanuela Venturini e la Galleria Contini i nuovi incarichi di Giuseppe Moscatello come art-consultant dai molti ...

07/01/2020
 | ARTE, EVENTI
“Sono arrivati i 50. Stento a crederci, lo dico perché sono sempre lo stesso, ho sempre il mio cappellino da baseball dei Dodgers, le mani colorate… mi emoziono ancora quando mi regalano una nuova Hot Wheels e mi commuovo quando riguardo le foto dei miei amici che sono andati via troppo presto; questo è lo spirito che mi ha guidato fino ad ora ed è lo stesso che mi ha riportato alla MyOwnGallery di Superstudio, con una mia personale…”. “THE PIECE (PEACE) MAKER” non è solo una mostra, ma è la celebrazione della “Cultura Sommersa” dell’artista milanese Flycat, capostipite indiscusso della prima generazione del Writing e della cultura Hip Hop in Italia. In occasione dei suoi 50 anni di età e 36 di carriera artistica, 100 opere tra quadri, sculture, disegni, e tanto altro, raccontano la storia e la filosofia del movime..
16/11/2019
 | ARTE, DESIGN
Artista, scultore, imprenditore culturale ed infine nell’ultimo decennio, designer, è difficile definire Kim Seung Hwan in un’unica disciplina. “Organismi & Harmonie” presenta una collezione ibrida tra scultura e design, delineando così la nuova direzione estetica intrapresa dall’artista. La mostra, a cura di Martina Corgnati, mette in luce artificio e natura, modernismo e arcaicità che si ricongiungono nelle leggi geometriche e matematiche ed evidenzia l’impeccabile dominio dello scultore coreano dei materiali plastici, dal bronzo al polistirolo fino alle pietre. Kim Seung Hwan inizia la sua carriera negli anni Novanta a Pietrasanta dove frequenta l’Accademia di Carrara, per poi continuare il suo percorso in Asia. Nel 2008, insieme alla moglie Lanki Jung, ha fondato alle porte di Seul il grande centro per l’arte co..
22/07/2019
 | ARTE, DUBAI
Una grande galleria dedicata principalmente alla scultura nasce a Dubai sull’isola artificiale di recente costruzione Blue Waters, oasi di lusso e di pace proprio di fronte alla frenetica Dubai Marina. Oblong, 300 mq e grandi vetrate che regalano luce, nasce dalla volontà di Mara Firetti, Paola Marucci, Emanuela Venturini, tre appassionate signore che nell’arte hanno passato tutta la vita. La galleria di Dubai arriva pochi mesi dopo quella di Marina di Pietrasanta. Entrambe offrono una scelta accurata di opere di artisti arcinoti e meno noti, tutti di altissimo livello. Tra cui Igor Mitoraj, Manolo Valdés, Flavio Lucchini, Mario Arlati e altri. Info: oblongcontemporary.com
03/06/2019
 | ARTE, EVENTI
Nel mese di giugno sarà invece protagonista la mostra “Man on the Moon” che riprende il tema di Ghost Book, nuovo progetto editoriale e multimediale sulla fotografia d’autore italiana, fondato da Giorgio Racca. Pier Paolo Pitacco, art-director e artista ben noto a Superstudio per le numerose collaborazioni, responsabile della forma grafica e dei contenuti spiega: “Ghost presenta storie inedite non comuni, alternando grandi nomi e giovani emergenti. Il numero 5 del volume, come la mostra, è dedicato infatti al 50° anniversario dello sbarco sulla Luna. Una decina di autori raccontano con le loro fotografie la personale visione del satellite. Una esposizione evocativa e affascinante e un passo per creare una community che condivida la ricerca della qualità e che si ritrovi in una pubblicazione di classe.” 
01/06/2019
 | ARTE, INNOVAZIONE, LOCATION
Un progetto ambizioso quello di CLEVERCities: promuovere e creare tra oggi e il 2023 infrastrutture verdi e soluzioni naturalistiche innovative. Superstudio è stato precursore dei tempi e nel 2014 ha ospitato sul Roof il primo Orto urbano di grandi dimensioni a Milano, un progetto green a cura della Fondazione Pistoletto, con l'installazione permanente “Terzo Paradiso” del famoso artista. Il progetto è poi continuato in occasione di Expo2015 con la prima risaia sul tetto a cura dell'associazione Coltivare la Città. Il Roof Tour promosso da CLEVERCities si conclude proprio al Superstudio: il 14 di giugno visita guidata dalle ore 17.00 a cura di Ambiente Italia in collaborazione con ROOFmatters e l’Ordine degli Architetti di Milano. Info: areart@superstudiogroup.com
09/04/2019
 | ARTE, DESIGN
La Triennale a presidenza Stefano Boeri continua a sorprendere con la sua sempre più interessante attività. Chiuso il lungo periodo delle mostre annuali di design a tema curate da Silvana Annicchiarico, ora ospita una forma più classica e permanente di esposizione. In contemporanea con l’imperdibile mostra Broken Nature a cura di Paola Antonelli, è arrivato infatti a piano terra, aperto senza filtri, il Museo del Design a cura di Joseph Grima. Un modo per rispondere a una domanda basica di cultura e conoscenza - in collegamento con il museo dell’ADI e i musei aziendali della regione - e anche di dare visibilità alla dotazione della Triennale di pezzi iconici dei grandi maestri. Ritrovare oggetti domestici, entrati senza clamore nelle nostre case, come la macchina da scrivere Valentine di Sottsass, la poltrona gonfiabile di Zanott..
C’è un sottile filo conduttore, nel Superdesign Show 2019, a legare proposte e ricerche che sono alla base del design-thinking oggi. In questi ultimi anni di bulimia creativa molti eccessi ci hanno portato lontano e fatto dimenticare lezioni dei grandi maestri, culture parte del nostro DNA, tradizioni irrinunciabili, rischi e paure ambientali con cui tutti, da ora in poi, dobbiamo fare i conti. Su un altro fronte il cambiamento estetico non si ferma, si nutre di stimoli invisibili, accoglie segnali criptati, distrugge e inventa tendenze, interferisce con i desideri, crea nuovi modelli di consumo. Su un terzo fronte si muove con massima accelerazione la tecnologia che rivoluziona la nostra stessa vita ma è sempre più human-tech. Innovation&Tradition è il tema di questa edizione di Superdesign Show, e nasce dalla consapevolezza de..
01/04/2019
 | ARTE, INNOVAZIONE

Con il Giappone nel cuore, non potevamo non visitare il nuovo e spettacolare Digital Art Museum: teamLab Borderless. Realizzato dal collettivo giapponese teamLab che include architetti, ingegneri, matematici, artisti e musicisti, situato sull’isola artificiale tecnologica di Odaiba a Tokyo, il museo incanta per la capacità di coniugare arte figurativa e tecnologie di realtà virtuale. 
Non ci sono opere d’arte da ammirare, si è immersi nell’opera d’arte e si interagisce con essa all’interno di cascate luminose, distese di rose che si trasformano in girasoli e farfalle, animali mutanti, foreste di lampade incantate, alberi da scalare, paesaggi marini, sinfonie di futuristici led. 
Non semplici proiezioni ma scenari unici sempre diversi che provocano una emozione continua. E ancora laboratori per bambini e una tea house dove bere il tè come Alice nel paese delle meraviglie.

www.teamlab.art


01/04/2019
 | ARTE, DESIGN, PEOPLE
Alessandro Mendini, un Maestro e un personaggio fondamentale e indimenticabile nel panorama del design post-modern, fin dalla creazione del movimento Alchimia alla fine degli anni 70, è stato vicino a Superstudio non solo come amico ma anche come autore di diverse mostre e installazioni oltre che del “piatto del cuore” realizzato per il Comune di Milano. La sua visione ironica e disincantata, la sua poetica e il suo eclettismo, la sua apertura e la sua visione, sono stati di insegnamento a molti designer diventati famosi. I suoi pezzi sono diventati icone presenti nelle case e in molti musei. Tra i mille lavori indimenticabili la poltrona Proust e il museo di Groninger in Olanda. Gli rendiamo omaggio con questa ultima intervista rilasciata a Gisella Borioli. Grazie Alessandro.Dal 2000 ad oggi cosa è cambiato, cosa cambierà? In qu..
01/04/2019
 | ARTE
Unreal but real, è la mostra irreale ma reale, da vedere solo con lo smartphone o il tablet. I Toys immateriali di Flavio Lucchini, grandi sculture di cubi sovrapposti come giganteschi giocattoli colorati, punteggiano il percorso di tutto il Superdesign Show. Le sculture si fotografano con l’immancabile smartphone e si immortalano per sempre, ma in realtà non esistono perché lo spazio resta vuoto: nascono come vere maquette reali progettate dall’artista ma si trasformano in monumenti immaginari attraverso la tecnologia di Sense - immaterial Reality, l’ultima evoluzione della realtà aumentata. È sufficiente scaricare l’App FlavioLucchiniArt, individuare all’esterno o negli interni del Superstudio gli art-marker che indicano i punti dove si trovano le opere. Quindi si inquadra l’art-marker ed ecco comparire una scultura di ..
01/01/2019
 | ARTE
Non lascia indifferenti Igloos, la straordinaria mostra che accoglie i visitatori nell’immenso Hangar Pirelli Bicocca a Milano, aperta fino al 24 Febbraio 2019. Un onirico villaggio che riunisce i “rifugi” concettuali costruiti da Mario Merz (1925-2003), maestro dell’arte povera, attraverso gli anni con i materiali che la natura o la vita gli forniva, pezzi di legno, tondini di ferro, fascine raccolte nei boschi, pietre spezzate, vetri rotti, lamiere, parole trasformate in luce con i neon. In particolare gli igloo, visivamente riconducibili alle primordiali abitazioni, diventano per l’artista l’archetipo dei luoghi abitati e del mondo e la metafora delle diverse relazioni tra interno ed esterno, tra spazio fisico e spazio concettuale, tra individualità e collettività. Un progetto espositivo, curato da Vicente Todolí e reali..
01/01/2019
 | ARTE, MODA, PEOPLE
Tra le interviste che hanno accompagnato i tanti omaggi all’anniversario di Flavio Lucchini pubblichiamo uno estratto di quella pubblicata su Domus, che ripercorre in sintesi la sua storia professionale.Lei è stato uno dei personaggi più influenti dell’editoria di moda degli anni 60/70/80. Come (e quando) ha scoperto la sua vocazione per la moda? Come dice Giorgio Armani, non sono nato con la vocazione della moda come accade a molti giovani fin da piccoli. Alle elementari ero bravo in disegno. Al liceo scientifico volevo decisamente fare l’artista. La moda è arrivata lavorandoDopo gli studi di Architettura a Venezia e Arte a Brera ha scelto di dedicarsi all’editoria di moda. È a Milano, dove mi ero trasferito nei primi anni cinquanta passando al Politecnico e frequentando anche l’Accademia di Brera, che iniziai la mia esper..
01/11/2018
 | ARTE, EVENTI, MODA
I 90 anni di Flavio Lucchini e il suo lungo percorso nella moda come creatore delle più importanti testate, art director, editore, artista. Alla Triennale di Milano una notte dedicata al compleanno di Lucchini, “Ricomincio da 90”, celebra la fecondità e la continua attenzione creativa di un innovatore che ha lasciato il segno nel mondo della moda a Milano. Sabato 27 ottobre 2018 dalle 21 si festeggia con un evento privato nel Salone d’Onore con il filmato LA MODA IN ALTRO MODO (progetto di Gisella Borioli, con il contributo di Oliviero Toscani e Giovanni Gastel, regia di Giovanni Gastel) e la presentazione del libro-autobiografia IL DESTINO - dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda (e non sono uno stilista) alla presenza di testimonial famosi. A fare gli onori di casa Stefano Boeri, Presidente della Triennale, accanto a ..
01/10/2018
 | ARTE, DESIGN, DUBAI
Aperto da pochissimo il museo d’arte contemporanea che contiene le opere della collezione privata di Miuccia Prada e Patrizio Bertelli. La bellissima, candida, inquietante Torre ideata da Rem Khoolaas. La costruzione completa l’offerta artistica della Fondazione Prada a Milano inserendo una avveniristica architettura nel complesso di edifici vecchi e nuovi dedicati all’arte contemporanea, già diventata meta imperdibile della Milano culturale. I piani della torre sono di altezze irregolari, dai 2,7 metri del primo piano agli 8 dell’ultimo livello e contengono collezioni di diversa provenienza e ispirazione. Tutte le sale si affacciano da una parete spiazzante interamente vetrata, protesa sul vuoto, su un inedito panorama della periferia milanese che si estende fino ai limiti della città. La sala più ammirata, fiabesca e imper..
01/10/2018
 | ARTE, DESIGN, MODA
Se Milano è diventata il primo esempio di città dove la moda ne determina il carattere, il design è un fenomeno globale, la creatività parla le lingue del mondo, il tessuto urbano è punteggiato di temporary-location e il Fuorisalone è diventato un modello imitato da molte capitali, forse il merito è anche un po’ del destino, oltre che dei suoi illuminati pionieri. Questo almeno è quello che sostiene Flavio Lucchini, fondatore e presidente di Superstudio Group, ma anche editore ed artista, protagonista della Milano creativa fin dal 1960, le cui scelte di ieri hanno molto contribuito alla Milano di oggi. Questo è quello che Lucchini in veste di autore racconta nel suo ultimo libro IL DESTINO - dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda (e non sono uno stilista), un percorso in prima persona attraverso gli anni d’oro dell..
21/06/2018
 | ARTE, MODA, PEOPLE
Non era certamente facile ricostruire l’epopea Fiorucci, che tanto ha inciso sul gusto delle nuove generazioni, a pochi anni dalla morte ma a moltissimi dalle vicissitudini che l’hanno allontanato dalla sua creatura, privandolo persino del nome. La mostra "Epoca Fiorucci", aperta a Ca’ Pesaro a Venezia fino al 6 gennaio, ricuce in un certo senso il passato al presente, andando alle radici del fenomeno a partire dalla filosofia dei negozi, vera vetrina del suo stile. In questi ambienti si scontravano il suo mondo e le sue passioni: la moda all’avanguardia dalla swinging London in poi, il design post-moderno con il contributo di grandi innovatori come Sottsass, Mendini, Branzi, De Lucchi, l’arte pop e street con gli interventi di artisti del calibro di Keith Haring, Jean-Michel Basquiat, Andy Warhol. Gli arredi originali del nego..
01/01/2018
 | ARTE
Ogni mese un tema diverso e un nuovo sottotitolo. Ma “Ricomincio da 90”, titolo ricorrente per tutto il 2018, ricorda il lungo percorso artistico di Flavio Lucchini, trent’anni di ricerca e sperimentazione in atelier, dopo quaranta come art-director e protagonista del mondo dell’editoria di moda. A novant’anni Flavio Lucchini si rimette in gioco con l’esposizione delle opere essenziali della sua storia di scultore, molte inedite e mai esposte prima, suddivise per temi. “Ricomincio da 90”, accompagnata da prove d’artista, schizzi preparatori, maquette, disegni, libri d’artista e cataloghi, rassegne stampa, testimonianze, incontri, rivisitazioni, iniziative all’estero, racconta la vita di un artista e un personaggio che ha dato un forte contributo alla crescita culturale della città e che ancora continua. “Nel 1919 ..
01/01/2018
 | ARTE, EVENTI, MODA
Se la mostra voluta da Oroblù, leader della moda intima e della calzetteria, ha voluto celebrare i suoi trent’anni con la collaborazione tra Giovanni Gastel e Flavio Lucchini sfociata in una mostra che unisce i magici clic del fotografo alle suggestioni trasmesse dalle opere dell’artista, da poco conclusa in MyOwnGallery, è a un libro curato da Gisella Borioli che Oroblù delega il compito di fissare per sempre il magico incontro e dire grazie a tutti quelli che hanno contribuito e partecipato al successo dell’azienda e dell’evento. “Inspiration” è una pubblicazione preziosa dalla copertina dorata, in edizione limitata, presentata in un cofanetto, che segna il nuovo percorso di Oroblù verso un palpabile rinnovamento e collocamento nella fascia più alta e più ambita del mercato. Con le opere di Lucchini anche citazioni di..
01/01/2018
 | ARTE, LOCATION
Dieci anni di attesa, il doppio del previsto, per un’opera che porta la firma di Jean Nouvel. Situato nel cultural district sull’isola Saadiyat, con una superficie totale di 97.000 mq, finalmente il Louvre di Abu Dhabi ha aperto al pubblico in una stupefacente architettura destinata a diventare sicuramente un’icona mondiale. È una sorta di “metafora del cielo” la grande cupola a nido d’ape di otto strati, che ripropone forme geometriche in stile arabico. Una rete di corridoi e canali costruiti sull’acqua crea una sorta di labirinto, mentre fasci di luce filtrano dal tetto e disegnano ombre misteriose sulle superfici delle bianche pareti. “ll Louvre Abu Dhabi incarna un progetto eccezionale nel senso letterale della parola. La sua vocazione è di esprimere ciò che è universale per tutte le età. La sua architettura lo re..
01/11/2017
 | ARTE, DUBAI, EVENTI
Sarà l’evento speciale della prossima Design Week di Mosca, in ottobre, la mostra DRESS TOTEM di Flavio Lucchini, Presidente di Superstudio, nella galleria Altagamma, invitato a presentare le sue opere che meglio illustrano il legame tra arte moda design e architettura. Lucchini è un artista che viene da una lunga esperienza come art director e creatore di riviste di moda, che ha scelto l’ossessione/ammirazione per l’abito femminile come base della sua ricerca artistica. I dress totem presentati sono piccole sculture in acciaio cor-ten, metallo dipinto, acciaio satinato, ferro arrugginito, pensate per essere sviluppate in grande ed inserirsi nel paesaggio in cui sono evidenti le influenze della moda, gli insegnamenti dei maestri del design, il suo background da architetto.MOSCOW DESIGN WEEK,..
01/11/2017
 | ARTE, EVENTI
Torna in vetrina una piccola raffinata mostra di disegni realizzati da Fabrizio Sclavi in cui le colorate ceramiche e vetri di Ettore Sottsass nuotano in acque calme e luminose. È l’omaggio di Superstudio al grande architetto, indimenticato amico di lunga data della coppia Lucchini-Borioli, alle cui iniziative ha spesso collaborato. In contemporanea serata di presentazione del libro biografico di Fabrizio Sclavi, giornalista, esperto di moda, illustratore, e altri ricordi. Una iniziativa che si allinea al progetto di Barbara Radice “Ettore Sottsass There is a Planet” alla Triennale di Milano dal 15 settembre all'11 marzo 2018. art.box, 2-31 ottobre 2017. Via Tortona 27 Milano. www.art-box.it
01/06/2017
 | ARTE
È un ritorno a casa quello di Flavio Lucchini, partito giovanissimo per Milano dove è diventato un art-director inventore di importanti testate di moda prima (Amica, Vogue Italia, L’Uomo Vogue, Donna, Mondo Uomo, Moda ecc), e affermato artista poi, e nello stesso tempo fondatore e presidente di Superstudio Group. Con una grande scultura di acciaio cor-ten, omaggio alla moda e alle sue origini, Lucchini entra nel cortile d’onore del Municipio di Curtatone (nella foto), dove è nato, su invito del Sindaco Carlo Bottani che ha voluto celebrare con la presenza del suo particolare “obelisco” l’illustre concittadino.www.flaviolucchiniart.com
01/04/2015
 | ARTE, DESIGN, EVENTI
Come classificare certi oggetti le cui forme libere da ogni costrizione sembrano avvicinarsi più a sculture o a scoperte da collezionista, piuttosto che ad arredi prodotti in serie? Sono le proposte dell’art-design, pezzi originali che da soli caratterizzano un ambiente e sanno parlare di chi le ha scelte e le utilizza più di mille parole. Spesso gli autori sono designer lasciatisi andare all’immaginazione, o artisti tentati dal dare diverso uso alle loro opere, o progettisti che creano per scelta pezzi unici o limited edition.ISLAMOPOLITAN (EMIRATI ARABI UNITI) ISLAM+COSMOPOLITAN. CONVERSATION BETWEEN ISLAM AND DESIGN COLLETTIVAUn’iniziativa di Sharjah Investment e Development Authority (Shurooq). Curated by Khalid Shafar and Giuseppe Moscatello .Arriva da Sharjah, eletta Islamic Cultural Capital del 2014, piccolo emirato ad est..
01/04/2015
 | ARTE, LOCATION

LA RISAIA SUL TETTO

“TERZO PARADISO - COLTIVARE LA CITTÀ”
Sul Roof di Superstudio la grande installazione “Terzo Paradiso - Coltivare la Città” di Michelangelo Pistoletto, nata su progetto di n.o.v.a.civitas, si trasforma da orto urbano in una risaia che racconterà attraverso convegni, dibattiti, workshop, performance, la relazione tra design, nutrimento, architettura e consumi sostenibili. Artisti e creativi, architetti e designer, eminenti personalità della scena mondiale coinvolti nella promozione della sostenibilità e della trasformazione sociale saranno impegnati per tutta la durata di Expo in un percorso formativo che ha come fulcro simbolico e seme di rivoluzione proprio il chicco di riso. www.terzoparadiso.org
01/04/2014
 | ARTE, INNOVAZIONE, LOCATION
Straordinario progetto che unisce ecologia, architettura, nutrimento, design, arte, SuperOrtoPiù, è un grande orto urbano di 750 mq, progettato da Michelangelo Pistoletto-cittadellarte, sul Roof di Superstudio Più. L’installazione sarà funzionante in maniera permanente anche durante tutto il periodo dell’Expo 2015. Coltivare la Città, è la condizione necessaria per tornare a vivere felici in comunità che integrano nel tessuto urbano l’agricoltura. Il Terzo Paradiso, il segno creato dall’artista per promuovere l’incontro tra natura e attività umane, che domina l’installazione, è diventato un simbolo di rigenerazione dei luoghi e dei territori che lo ospitano. L’evento, curato da Fortunato D’Amico, in collaborazione con N.O.V.A. Civitas e AIAPP sezione Piemonte e Valle d’Aosta, ospita installazioni di artisti, mos..
1983. Trent’anni fa nasceva Superstudio13. Un concetto nuovo, per il mondo della fotografia: studi fotografici, 13, attrezzati di tutto punto, pronti per accoglie-re i professionisti dell’immagine con un’organizzazione clinica, capillare, affida-bile che creasse l’ambiente adatto a creare. 13 spazi piccoli e grandi, dove con la luce si poteva inventare tutto, dove un fotografo si sentiva a casa sua, come nel suo studio anche a 3000 chilometri di distanza dal suo paese. Una cittadella che intersecava creatività, funzione, sperimentazione e alchimia tra fotografi, modelle, stilisti, registi, parrucchieri e truccatori, artisti e così via. Per l’epoca una vera rivoluzione: specie nel modo di concepire il lavoro fotografico per il committente, rivista o pubblicità che fosse. Questa idea nuova, sfidante e vincente viene a due perso..
01/12/2013
 | ARTE, DESIGN
La sua carriera è leggendaria e variegata. Negli anni ’60 il grande art-director che re-inventa le testate femminili, poi il direttore-editore che lancia i titoli di punta della moda maschile e femminile, l’intelletuale di riferimento del mondo della moda, il talent-scout che promuove stilisti fotografi e giornalisti, l’imprenditore illuminato che apre spazi per l’immagine e la creatività che cambiano Milano e, negli ultimi 25 anni, l’artista che vuol dare eternità alla moda attraverso l’arte. Flavio Lucchini è ancora tutto questo.Come è nata l’idea di creare un centro per la fotografia? Come art-director, direttore, co-editore in molte testate di punta ho sempre pensato che avere a disposizione un centro ben attrezzato e sempre aggiornato per produrre immagini al top fosse non solo conveniente, ma costituisse uno ..
DESIGN
ARTE
MODA
EVENTI
PEOPLE
INNOVAZIONE
TENDENZE
LOCATION
DUBAI
EDITORIALI
SUPERDESIGNVIEW
FOTOGRAFIA
ARCHIVIO COMPLETO
ARTICOLI IN EVIDENZA